UN GIOCATORE DELLO STAR SYDNEY VINCE IL JACKPOT PER LA SECONDA VOLTA – GIOCATORI ONLINE STATUNITENSI BANDITI DAI CASINO’ TERRESTRI

land_casinosIn Australia la scorsa settimana abbiamo appreso che un giocatore con un notevole tasso di invalidità avente bisogno di aiuto per effettuare puntate sul gioco e girare i rulli ha ricevuto quasi 320.000 dollari di pagamento ritardato, inclusi gli interessi, da un jackpot vinto nel 2019 con l’aiuto di un giocatore auto-escluso.

Negli Stati Uniti, ad alcuni giocatori in Pennsylvania che precedentemente erano stati autoesclusi dal gioco d’azzardo online è stato impedito l’accesso anche ai casinò terrestri nello stato.

Molti siti online sicuri offrono una serie di strumenti di gioco responsabile che possono essere attivati dall’utente, dai timeout e dai periodi di riflessione, ai limiti di deposito e di perdita, fino all’autoesclusione totale.

La decisione di giocare d’azzardo o di utilizzare gli strumenti di gioco responsabile più forti non dovrebbe mai essere presa alla leggera.

Nel primo caso, un giocatore deve essere pronto, disposto e in grado di perdere la propria puntata senza contare su un ritorno finanziario: è un business rischioso e molto spesso si traduce in una perdita.

Nel secondo caso, gli strumenti di auto-aiuto più drastici come l’autoesclusione possono comportare conseguenze sconosciute, comprese le perdite, anche nel caso in cui il giocatore vinca.

Con oltre 10.000 marchi di casinò online e forse migliaia di operatori, non sempre è subito visibile se un luogo di gaming su Internet ha siti gemelli: può essere ancora meno chiaro il fatto che un’esclusione dal gioco d’azzardo in un sito attiverà un divieto su tutte le proprietà dell’operatore.

Per determinarlo, un giocatore deve essere disposto a rimboccarsi le maniche e leggere dettagliatamente i Termini e condizioni del casinò o trovare la Politica sul gioco responsabile del sito.

Dal momento che non esiste un database globale centrale di queste informazioni, l’unica altra opzione è leggere le recensioni scritte da esperti di gioco d’azzardo fidati.

Questo diventa ancora più importante considerando il fatto che la maggior parte degli operatori online non effettua la due diligence sui giocatori fino a quando non arriva il momento di pagare.

Un giocatore auto-escluso potrebbe depositare più volte senza revisione. Tuttavia, quando arriva il momento di verificare la loro identità per essere pagati, i loro dati personali potrebbero portare all’avvio di un’indagine o addirittura la chiusura immediata dell’account.

UNA SCOMMESSA PIAZZATA E’ UNA SCOMMESSA PAGATA IN AUSTRALIA

Nel 2019, allo Star Casino di Sydney, un cliente con un alto livello di disabilità ha vinto un jackpot di 285.000 dollari su una slot machine. Un amico lo ha aiutato a piazzare le sue scommesse ma la carta, le decisioni e il rischio del giocatore erano tutti suoi. Il casinò ha deciso di non pagare il jackpot perché il suo amico si era auto-escluso al casinò nel 2016 e non avrebbe dovuto essere nella proprietà, e ancor di meno avrebbe dovuto avere la possibilità di essere a contatto con una macchina.

Un giudice si è pronunciato a favore del giocatore, assegnandogli la vincita più circa 35.000 dollari di interessi sul denaro e le spese legali del giocatore.

Il vincitore non aveva motivo di pensare che il suo amico fosse stato bannato e l’amico non lo ha menzionato perché godeva dell’accesso illimitato da almeno 6 mesi.

Nella sua sentenza, il giudice ha affermato: “L’intera posta economica scommessa durante il funzionamento delle macchine da gioco da [l’amico], mentre la carta [del vincitore] veniva inserita e lui guardava e dava indicazioni [all’amico], erano [i soldi del giocatore”.

Ha infine concluso: “Di conseguenza, il mancato pagamento [del casinò] delle vincite … è stato concepito male e ha violato il contratto di scommessa tra la parte lesa e l’imputato”.

Una scommessa piazzata è una scommessa pagata in Australia.

LA PENNSYLVANIA NEGA AI GIOCATORI D’AZZARDO LE RICHIESTE DI RIMOZIONE DALL’ELENCO DI ESCLUSIONE

Negli Stati Uniti, lo stato della Pennsylvania regolamenta i casinò dal 2006. L’elenco dei giocatori esclusi dallo stato contiene più di 10.000 nomi. Il gioco d’azzardo online è stato liberalizzato nel 2017 e lanciato nel 2019. Sono stati sviluppati nuovi elenchi di autoesclusione per i casinò e, infine, per le scommesse sportive. L’elenco di esclusione iGaming della Pennsylvania ha quasi 2.000 nomi, secondo un post su PennBets.

Il gaming online può essere molto più veloce rispetto al gioco terrestre, quindi è possibile estrapolare anche i rischi e le ricompense. Sul lato negativo, i giocatori possono perdere denaro più velocemente e possono perderne di più se sono impulsivi e non hanno vincoli in atto.

La Pennsylvania Gaming Control Board (PGCB) non bandisce in maniera automatica i giocatori dai casinò tradizionali che si sono autoesclusi online. Tuttavia, molti dei 16 casinò terrestri dello stato non fanno differenziazione e bannano i giocatori su tutta la linea.

Finora quest’anno, sette giocatori hanno presentato una petizione al PGCB chiedendo di revocare le loro esclusioni online in modo da poter giocare nei casinò fisici dove il ritmo è più lento e non hanno richiesto l’esclusione.

Cinque di queste sono state negate all’inizio di quest’anno e altre due nel mese di agosto. Mentre questi sette giocatori hanno portato il processo fino alla sua conclusione definitiva, molti altri si sono semplicemente arresi senza passare attraverso tutti i passaggi. Ciascuno dei giocatori si è bannato dal gaming online per un anno, cinque anni o per sempre.

Stranamente, fintanto che qualcuno sembri abbastanza adulto per giocare d’azzardo, i gestori del casinò non richiedono di vedere l’ID dei giocatori che entrano nel casinò per giocare, proprio come i casinò online non controllano il tuo ID quando depositi. Sfortunatamente, qualsiasi notevole vincita potrebbe richiedere ai giocatori di mostrare un documento d’identità e le loro vincite verrebbero negate, proprio come potrebbero fare i casinò online se ti autoescludessi da un sito gemello.

Dopo una brutta sessione, molti giocatori online chiudono i loro account del casinò e ne registrano un altro. Nel processo, potrebbero dire qualcosa che li inserisce in un elenco di esclusione anche se non era mai stata loro intenzione. Per evitarle ciò, i giocatori possono semplicemente portare a zero il saldo del conto e quindi ignorare il sito in futuro.

Se dovessi mai incontrare difficoltà o pensare di poterlo fare, i giocatori dovrebbero avvalersi di tutti gli strumenti di gioco responsabile a loro disposizione, ma l’ultimo atto di autoesclusione dovrebbe essere considerato con la stessa attenzione della decisione di giocare in primo luogo – basata sulla conoscenza, non emozione.

Fonte: Il casinò Star di Sydney è stato condannato a pagare un jackpot di 285.000 dollari a un disabile dopo aver trattenuto la vincita del 2019, The Guardian, 22 agosto 2022

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit