IL REGOLATORE TEDESCO DEL GIOCO D’AZZARDO BLOCCA GLI IP PER LOTTOLAND

germanys_gambling_regulator_issues_first_ip_block_order_Subito dopo aver ricevuto l’autorità per il controllo del panorama del gioco d’azzardo online in Germania, il nuovo regolatore, il Glücksspielbehörde ha emesso ordini di blocco con i fornitori di servizi Internet (ISP) per impedire il servizio a determinati siti Web per i residenti del paese.

Il gioco d’azzardo online è legale in Germania dopo la ratifica del Quarto Trattato statale sul gioco d’azzardo con il Gemeinsame Glücksspielbehörde der Länder (GGL) che ha istituito azioni esecutive a partire dal 1. luglio e la piena autorità di regolamentazione dal 1. gennaio 2023.

Nei precedenti emendamenti del Trattato statale sul gioco d’azzardo, il Ministero dell’Interno della Bassa Sassonia aveva la responsabilità di mettere in atto i controlli sul blocco dei pagamenti per l’intero paese. Tuttavia, anche tale potere è passato nelle mani del GGL mediante la ratifica del 4. emendamento.

Il primo blocco dei pagamenti eseguito dallo stato tedesco della Bassa Sassonia (Niedersachsen) è avenuto nel mese di giugno del 2019 quando il tentativo di prova è andato in tilt con i leader di alcuni Stati Federati che hanno fatto scalpore indicando che gli ordini erano prematuri, senza motivazione e non giustificati dato che il mercato online tedesco sarebbe stato presto “liberalizzato”.

L’organismo ha inoltre l’autorità di deferire le accuse penali contro gli operatori senza licenza alle autorità di contrasto competenti per l’azione penale. I fornitori di altri paesi europei che accettano scommesse da residenti tedeschi senza possedere la licenza richiesta potranno dover affrontare procedimenti penali e condanne in contumacia, secondo le informazioni fornite da GGL in un comunicato stampa digitale della fine della scorsa settimana.

Non ci si aspetta che l’ente utilizzerà i suoi poteri prima del pieno dispiegamento delle sue risorse l’anno prossimo, ma potrebbe farsi avanti nel caso in cui operatori particolarmente senza scrupoli tentino il nascente regolatore.

RISULTATI VISIBILI ENTRO IL 2023

Secondo il comunicato stampa: “L’obiettivo dichiarato di GGL è quello di ottenere risultati visibili nei prossimi 6 mesi. Con un’applicazione coerente, l’autorità vuole inoltre rafforzare i fornitori autorizzati che rispettano le regole del Trattato statale sul gaming e quindi hanno maggiori costi e impegni e dove gli ostacoli relativi al gioco d’azzardo sono più grandi per motivi di protezione dei giocatori e dei giovani.“

Benjamin Schwanke, membro del consiglio di GGL, ha affermato: “Siamo interessati alla collaborazione con i fornitori di servizi di pagamento, ma possiamo anche avviare procedure amministrative appropriate nel caso in cui il fornitore di servizi di pagamento non rispetti i propri obblighi e disponiamo di strumenti efficaci per far rispettare gli ordini”.

Storicamente, gli ordini di blocco degli ISP vengono distribuiti frammentariamente o possono essere eseguiti da una “lista nera del settore” che le autorità di regolamentazione forniscono agli ISP con i fornitori di servizi richiesti dalla legge per bloccare l’accesso ai siti o affrontare azioni penali, civili o di altro tipo.

L’operatore del sito di scommesse della lotteria, Lottoland, è stata la prima società a essere soggetta alla misura di censura, che è solo uno di un potenziale kit di strumenti che le autorità di regolamentazione hanno la possibilità di utilizzare per far rispettare la conformità legale e controllare il commercio all’interno del loro regno di influenza.

Gli operatori regolamentati e con licenza locale devono spesso affrontare uno svantaggio nel competere con un mercato libero e aperto a causa dell’aumento delle tasse e di altri oneri come l’aumento delle spese generali relative a problemi di conformità, compresi quelli imposti per proteggere i giocatori. Gli operatori autorizzati in Germania sono tassati con un’aliquota del 5,3% su ogni scommessa effettuata. Tuttavia, tale aliquota viene scomposta dalla base imponibile determinando un’aliquota fiscale effettiva del 5,03%, che è oltre il 5% in più rispetto a quanto pagano gli operatori senza licenza.

Inoltre, gli scommettitori non possono scommettere più di 1 per giro sulle slot. Nel complesso, insieme alle restrizioni pubblicitarie e ai limiti sui bonus e ad altri incentivi, gli operatori senza licenza possono godere di un notevole vantaggio competitivo rispetto agli operatori completamente regolamentati e possono portare alcuni operatori al mercato non regolamentato.

SCOMMESSE SULLA LOTTERIA NON SOGGETTE A LICENZA

Uno dei motivi per cui Lottoland potrebbe essere stato preso di mira per primo è il fatto che al momento non esiste un quadro normativo per le scommesse sulla lotteria o le reti di poker ai sensi del Quarto Trattato di Stato. Le “scommesse sulla lotteria” sono una forma unica di gioco d’azzardo che vede allibratori o altri fornitori online offrire quote sui risultati delle regolari estrazioni della lotteria.

A differenza dei servizi di messaggistica della lotteria che acquistano biglietti per tuo conto in qualsiasi parte del mondo, gli scommettitori della lotteria scommettono semplicemente contro le probabilità e il bookmaker paga direttamente piccole scommesse vincenti e jackpot da una polizza assicurativa o da un pool.

Il GGL ha fatto presente: “La rete di società, che è operativa sotto il nome di Lottoland, offre da anni gioco d’azzardo illegale. Questa offerta è particolarmente precaria dal momento che molti giocatori credono di partecipare a una lotteria su Lottoland. Tuttavia, questo non è il caso.”

Il membro del consiglio Ronald Benter ha commentato la facoltà del GGL di essere a capo degli operatori senza licenza utilizzando le leggi fiscali: “Dal nostro punto di vista, la segnalazione dei fornitori di giochi d’azzardo alle autorità fiscali competenti è uno degli strumenti più efficaci per combattere il gioco d’azzardo illegale su Internet. Perché con i debiti fiscali la probabilità di ottenere un permesso in futuro è prossima allo zero”, ha spiegato Binter.

Gli operatori con debiti fiscali in Germania corrono il rischio di non poter ottenere i permessi in altri paesi europei. Le licenze di gioco d’azzardo attuali potrebbero anche essere revocate in base allo stato di diritto.

Fonte: la Germania emetterà il primo ordine di blocco della proprietà intellettuale a Lottoland, iGaming Business, 11 luglio 2022

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit