ARRESTATI EX FUNZIONARI DELLA MGA CHE HANNO PRESTATO SERVIZIO PER DIVERSI ANNI

La Malta Gaming Authority (MGA), il più prolifico fornitore di licenze di casinò online e regolatore d’Europa, si sta muovendo distanziando l’organismo di regolamentazione e i presunti cattivi protagonisti che sono alle prese con problemi legali.

L’ex compliance officer, Iosif Galea è stato di recente arrestato in Italia mentre era su cauzione a Malta per una presunta fuga di informazioni dalla Gaming Authority. Era ricercato in Germania con l’accusa di evasione fiscale.

Galea era un responsabile della conformità presso l’organismo di regolamentazione quando ancora era Lotteries and Gaming Authority (LGA). É andato via nel 2013. Galea ha continuato a lavorare come freelance in conformità, consulenza e altre attività correlate per circa altri 3 anni a Malta.

MGA PRENDE LE DISTANZE DALL’EX RESPONSABILE DELLA CONFORMITA’

L’MGA ha preso le distanze da Galea sul sito web ufficiale dell’Autorità il 1 giugno 2022 pubblicando un comunicato, il quale affermava nella sua interezza: “L’MGA desidera chiarire che il Sig. Galea non lavora con l’Autorità dal marzo 2013. Il Sig. Galea ha ricoperto il ruolo di Compliance Officer tra dicembre 2007 e marzo 2013.”

L’arresto fa seguito a un’udienza in tribunale della scorsa settimana in cui a un altro alto funzionario dell’autorità del gaming e a sua moglie è stata negata la libertà su cauzione nel momento in cui hanno fatto la loro apparizione in tribunale con l’accusa di riciclaggio di denaro.

La coppia è stata accusata insieme ed entrambi si sono dichiarati non colpevoli del reato di riciclaggio di denaro.

Jason Farrugia, 34 anni, è stato l’ex chief technology officer di MGA fino a dicembre dello scorso anno.

È stato inoltre accusato separatamente di una serie di reati aggiuntivi, tra cui accettazione di tangenti, estorsioni, frodi, appropriazione indebita, uso improprio del computer, commercio di influenza e divulgazione di informazioni riservate.

Secondo il Times of Malta, Farrugia ha rassegnato le dimissioni dopo essere stato sospeso nel mese di dicembre quando ha appreso di essere sospettato del fatto che con regolarità accedeva a informazioni riservate sensibili dal punto di vista commerciale e di aver presumibilmente divulgato tali informazioni.

In dicembre, l’MGA ha inoltre rilasciato una dichiarazione in merito a Farrugia: “L’MGA dichiara che Jason Farrugia, ex Chief Officer Technology all’interno dell’MGA, non ha più alcun nesso con l’MGA e non può più rappresentarla o parlare per suo conto”, aveva affermato il regolatore.

L’indagine era in corso da circa 6 mesi secondo il Times.

CAUZIONE NEGATA PER L’EX CTO E LA MOGLIE

Dopo le argomentazioni degli avvocati e dei pubblici ministeri che includevano preoccupazioni secondo le quali potenziali testimoni anonimi o ancora sconosciuti o prove più dirette potessero essere a rischio di manomissione, il magistrato ha respinto la richiesta di libertà provvisoria per entrambi gli imputati.

L’avvocato della difesa ha sostenuto che tutte le prove sono state raccolte con l’inchiesta magistrale, quindi il rischio di manomissioni è stato ridotto.

La coppia è stata separata da un bambino di tre mesi e da un altro bambino di un anno e mezzo quando è stata portata fuori dal tribunale, con la madre che era in lacrime.

Secondo un articolo del 27 maggio sul Times of Malta, si ritiene che Farrugia abbia fatto trapelarea Galea informazioni interne riservate e protette.

Galea aveva precedentemente fatto la sua apparizione come testimone contro un importante assistente dell’ex commissario europeo John Dalli che era stato accusato di aver richiesto una tangente di 60 milioni di euro in un altro settore.

Fonte: MGA prende le distanze dall’ex responsabile della conformità che è stato arrestato, iGB, 1 giugno 2022

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit