L’operatore Dell’isola Di Man Evita Sanzioni Nonostante Il Targeting Sugli Anziani Con Bugie

isle_of__man_operator_escapes_sanctions_after_targeting_seniors_with_lies_IMME Ltd, alias International Multi-Media Entertainments Limited, è stata sorpresa dalla Gambling Commission nel Regno Unito per violazioni relative ai termini della sua licenza in varie maniere e la facoltà della società dell’Isola di Man di condurre giochi d’azzardo in Gran Bretagna è stata quindi revocata.

La cittadina canadese Gloria Jean Evans era registrata presso il governo dell’Isola di Man nel settembre 2020 come direttore della società utilizzando un indirizzo IoM Douglas. Secondo rapporti distinti, Evans in precedenza era stata CEO di CW Agencies, rivenditore di lotterie con sede a Vancouver. Un cittadino irlandese con residenza nell’Hertfordshire, in Inghilterra, è indicato come il direttore finanziario – Paul Michael Whelan

Tutte e due hanno consegnato le licenze personali per il gioco d’azzardo alla Gambling Commission.

Secondo un articolo del 2016 sul Vancouver Sun riguardo a un rivenditore di una lotteria che chiude un’agenzia e licenzia 200 canadesi poco prima di Natale, potrebbe esserci una storia nel settore con tema il targeting degli anziani.

L’articolo del 23 dicembre 2016 affermava: “Telco è collegata alle CW Agencies, uno dei pochi rivenditori di biglietti della lotteria europea, australiana e canadese che è riuscito ad evitare notevoli sanzioni da parte degli investigatori statunitensi, che negli anni ’90 stavano combattendo una radicata industria illegale dei biglietti della lotteria nel B.C. che prendeva di mira gli anziani americani”.

Almeno Un Bersaglio Aveva 100 Anni

Operando con i nomi di The Lottery Center e Lotteries.com, è stato scoperto che la società contattava anziani e pensionati con richieste telefoniche. Il rapporto dell’UKGC afferma che il 75% delle vittime aveva un’età compresa tra 60 e 79 anni e il 20% di loro aveva 80 anni o più. Gli agenti di vendita, utilizzavando nomi inventati, avrebbero contattato le vittime nel tentativo di convincerle a giocare alle lotterie online.

A loro non è stato spiegato che la società accettava solamente scommesse sui risultati della lotteria e non forniva effettivamente un servizio di messaggistica o vendite dirette di biglietti della lotteria. I siti Web non sono più disponibili per gli utenti Web nel Regno Unito, ma siamo riusciti a trovare versioni archiviate dei siti e l’effettivo processo di scommessa è spiegato solamente in una FAQ poco chiara. In un comunicato stampa del 2016 che annunciava una delle società era dichiarato in maniera esplicata che si trattava di “agenti di biglietti della lotteria”.

Pensionati Incoraggiati A Scommettere Sui Risultati Della Lotteria

Non troviamo nessun accusa di furto diretto da parte dei giocatori. Secondo il rapporto, gli addetti alle vendite avevano come target prelopiù i cittadini anziani.

Nel corso di cinque mesi, un cliente, di 100 anni, ha scommesso 23.839 sterline senza che la società si informasse sulla fonte dei fondi del cliente. Due dei principali depositanti della società erano impiegati delle poste in pensione. La società lo sapeva e nonostante ciò ha comunque accettato scommesse per un totale 20.345 sterline da uno di loro nel giro di cinque mesi e un totale di 16.207 sterline dall’altra persona nel corso di solo sei mesi.

Le violazioni riguardo la tenuta dei registri erano in cima alla lista delle recriminazioni dei Commissari con i membri del personale che non avevano accesso agli estratti conti dei loro clienti, quindi non avevano modo di elaborare i controlli sul gioco d’azzardo responsabile. Secondo quanto riferito, non è stato tenuto alcun registro su un cliente di 78 anni che ha depositato 63.951 di sterline in meno di quattro mesi.

Anche le pratiche di marketing sono risultate incredibili con un livello molesto di tentativi di contatto al telefono. Un potenziale cliente veniva chiamato ogni 30-40 minuti finché non rispondeva al telefono e un altro, sui novant’anni, veniva chiamato diverse volte alla settimana.

Al fine di incoraggiare i depositi, nei racconti della società si diceva che i giocatori avrebbero contribuito a buone cause scommettendo sulle lotterie, ma non esistevano tali enti di beneficenza.

Nessuna Responsabilita’ Con La Consegna Della Licenza

Secondo The Guardian, la licenza di IMME è stata sospesa nel marzo 2020 e sarebbe stata revocata se gli operatori non l’avessero consegnata. Con la consegna delle licenze, la Commissione non è legalmente autorizzata a imporre sanzioni, multe, ammende o proprre pagamenti al posto di sanzioni dal momento che l’IMME non rientra più nell’ambito di competenza dell’agenzia.

Secondo la Commissione, la società non ha collaborato all’inchiesta.

La società ha affermato che sta tentando di restituire tutti i fondi depositati ai giocatori e ha puntualizzato: “IMME si assicura che ogni giocatore venga contattato telefonicamente non appena spende 160 sterline e ad ogni giocatore venga assegnato un agente di assistenza clienti che monitora il loro gioco. Inoltre, tutti i giocatori di età superiore ai 70 anni hanno ricevuto una chiamata di interazione sociale dopo ogni vendita, indipendentemente dalle dimensioni. “

La Gambling Commission ha affermato che l’IMME continua a gestire sindacati di biglietti della lotteria, ma la legge attuale non richiede una licenza per quel tipo di attività.

Il direttore esecutivo della Gambling Commission, Helen Venn, ha affermato: “Non c’è posto nell’industria del gioco d’azzardo britannica per gli operatori che peccano nel modo in cui l’ha fatto IMME”.

Fonte: La società di gioco d’azzardo che ha convinto le persone anziane a scommettere che migliaia di sterline sfuggiranno alle sanzioni, The Guardian, 22 dicembre 2021.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit