La tribu’ della California del nord presenta il progetto per un casino’ resort da 600 milioni di dollari

Una tribù della California settentrionale ha in programma di costruire un hotel e casinò resort da 600 milioni di dollari su una vecchia terra vinicola nella contea di Sonoma, per preservare la sua “integrità culturale e storica e garantire un futuro più luminoso per le prossime generazioni”.

Nella giornata di mercoledì, la Koi Nation, una tribù riconosciuta a livello federale del popolo Pomo del sud-est, ha annunciato l’acquisto di un sito di 68 acri a nord di Santa Rosa per ristabilire la sua base territoriale tribale e costruire un complesso di hotel-casinò che amplierà ancor di più il mercato dei casinò della California settentrionale.

La tribù ha pagato 12,3 milioni di dollari per l’ex azienda vinicola che si trova a circa 10 miglia dalle sue terre storiche. I funzionari tribali mercoledì hanno presentato i piani per collocare il terreno di 68 acri nel fondo fiduciario federale.

La proposta della tribù prevede la costruzione dello Shiloh Resort & Casino che si estenderà su 1,2 milioni di piedi quadrati. Il complesso sarà caratterizzato da un casinò con 2.500 slot e altre macchine da gioco, un hotel da 200 camere, sei ristoranti e aree di ristorazione, un centro riunioni e una spa. Il resort casinò proposto sarà il terzo di questo tipo nella contea di Sonoma.

La Koi Nation sarà lo sviluppatore del progetto. I funzionari tribali hanno inoltre aggiunto mercoledì che sono anche in trattative con potenziali investitori e partner.

La tribu’ deve negoziare un accordo di gaming con il governatore

La tribù dovrà negoziare un accordo di gaming con il governatore della California Gavin Newsom. L’accordo dovrà anche essere ratificato dalla legislatura statale e poi essere approvato dal Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti.

Come accennato in precedenza, la Koi Nation ha già presentato un’istanza per affidare il terreno e renderlo idoneo al gioco d’azzardo ai sensi dell’Indian Gaming Regulatory Act. Il processo di approvazione include un’analisi ambientale e un periodo di commento pubblico che inizierà tra 60 e 90 giorni.

La tribù ha affermato che i proventi del casinò resort proposto la aiuteranno a diventare indipendente dal punto di vista economico. È stato inoltre reso noto che il futuro complesso contribuirà con parte delle sue entrate alle comunità locali. I funzionari tribali hanno affermato che stanno lavorando a stretto contatto con i governi locali e i membri della comunità più ampia per “soddisfare i loro bisogni”.

Il futuro resort offrirà più di 1.100 posti di lavoro a tempo pieno. La Koi Nation ha detto che si aspetta che la costruzione inizi tra uno o due anni. Saranno necessari altri due anni prima che i lavori di costruzione saranno completati e che esso sia pronto ad aprire le porte per ospiti e visitatori.

La Nazione Koi originariamente viveva su un’isola a Clear Lake. La sua terra è stata sequestrata nel 1870 e la tribù è stata trasferita in diverse comunità nel corso degli anni.

Ha guadagnato nuovamente il suo riconoscimento e i suoi diritti come entità tribale nel 2019. I funzionari tribali hanno detto che adesso sono fiduciosi che la comunità della contea di Sonoma li sosterrà mentre cercano di ripristinare la loro indipendenza ed esercitare i loro diritti come nativi americani.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit