Il CEO Di Mohegan Riceve L’Approvazione Per La Licenza Del Nevada

Nella giornata di mercoledì, il nuovo CEO di Mohegan Gaming & Entertainment, Ray Pineault, ha ricevuto l’approvazione per la licenza dal Nevada Gaming Control Board, nonostante l’operatore di casinò con sede nel Connecticut stia affrontando un’azione disciplinare da parte del regolatore.

Il signor Pineault è stato nominato CEO ad interim di Mohegan alla fine di marzo dopo che l’ex dirigente della società, Mario Kontomerkos, ha annunciato la sua partenza dopo tre anni di lavoro. L’operatore di casinò ha nominato il signor Pineault capo e presidente fisso alla fine del mese scorso.

Mercoledì, durante la sua deposizione in merito alla licenza, il nuovo capo di Mohegan si è scusato con le autorità di regolamentazione del Nevada a nome della società per aver violato le normative statali in materia di salute e sicurezza in occasione dell’apertura del Virgin Hotels Las Vegas il 25 marzo.

L’operatore ha firmato un contratto di gestione con Virgin Hotels nel 2019 per dirigere il casinò di 60.000 piedi quadrati della struttura. Virgin Hotels Las Vegas si trova nell’ex sede dell’Hard Rock Hotel & Casino Las Vegas.

Lo scorso autunno, Mohegan ha ottenuto una licenza dai regolatori del gaming del Nevada per gestire il casinò nella proprietà rinnovata e ristrutturata.

Nella giornata di mercoledì il Gaming Control Board dello stato ha presentato una denuncia in cinque punti contro l’operatore tribale, affermando che durante l’apertura del resort, aveva violato l’articolo 5 per non aver “esercitato discrezione e buon senso per prevenire incidenti che potrebbero riflettersi sulla reputazione dello stato del Nevada e agire come danno allo sviluppo del settore”.

Niente Mascherine E Distanziamento Sociale

La denuncia indicava nello specifico il fatto che i clienti non avevano indossato mascherine per il viso e praticato il distanziamento sociale durante la festa per l’apertura del complesso di hotel e casinò.

Il regolatore ha mostrato fotografie pubblicate dall’agenzia di stampa locale Las Vegas Review-Journal e da Virgin Hotels sul profilo ufficiale Twitter della nuova struttura dove si vedevano persone che non indossavano una adeguata copertura per il viso e non seguivano le pratiche di distanziamento sociale. Alcune delle fotografie di Virgin Hotels hanno inquadrato addirittura celebrità e famosi influencer che non seguivano le regole anti-pandemia.

In un accordo stipulato con i regolatori del Nevada nel mese di maggio, Mohegan ha accettato di pagare una multa di 60.000 dollari. I funzionari del gaming dovrebbero pronunciarsi sull’accordo il 24 giugno.

Durante l’udienza di mercoledì, il signor Pineault si è scusato con i membri del Gaming Control Board e si è assunto la piena responsabilità per la mancanza di giudizio e l’incapacità da parte del nostro team di rispettare gli standard” dei regolatori e dello stato nel suo insieme.

Ha aggiunto che “non c’è niente di più importante per me e la nostra organizzazione della sicurezza del nostro team, degli ospiti e della comunità e riconosco che non ci sono scuse per questo comportamento. Il sig. Pineault ha poi dichiarato alle autorità di regolamentazione che hanno preso molto sul serio tutte le preoccupazioni e le violazioni sollevate e che hanno adottato “un’immediata azione riparatrice” dopo aver appreso degli incidenti della serata di apertura.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit