Apollo interessata per il business delle scommesse e poker machine di Tabcorp

Un nuovo offerente è emerso per il business delle scommesse e dei media della società di gioco d’azzardo australiana Tabcorp e va fatto presente che lo stesso è stato molto attivo nell’ultimo anno per quanto riguarda gli acquisti di attività legate al gioco d’azzardo.

La società statunitense di private equity Apollo Global Management ha presentato un’offerta da 3,5 miliardi di dollari australiani per le attività di scommesse e media di Tabcorp pareggiando così un’offerta precedente della società di gioco d’azzardo britannica Entain.

Tabcorp ha confermato l’interesse di Apollo nel pomeriggio di giovedì. La società australiana ha affermato che la società di acquisizione con sede a New York ha presentato un’offerta separata da 4 miliardi di dollari, che include anche il business delle poker machine di Tabcorp.

L’operatore di gioco d’azzardo da 11 miliardi di dollari australiani nato nel 2017 dalla fusione del 2017 di Tabcorp e la società con sede nel Queensland Tatts Group ha affermato che il suo consiglio di amministrazione deve ancora esprimere un’opinione in merito alla seconda offerta di Apollo e che la proposta è subordinata alla due diligence, all’aprovazione finanziaria e normativa e all’approvazione da parte dei partner del settore delle corse di Tabcorp in diversi stati e territori australiani.

La società ha inoltre reso noto in una dichiarazione che valuterà l’offerta nel contesto della sua revisione strategica annunciata in precedenza.

Nel mese di febbraio, Entain, che gestisce i marchi Ladbrokes e Neds nel mercato del gioco d’azzardo australiano, ha presentato un’offerta da 3 miliardi di dollari australiani per la TAB e l’unità multimediale di Tabcorp. In marzo, la società australiana ha rifiutato questa e una serie di altre offerte, il che ha spinto Entain ad alzare la sua offerta a 3,5 miliardi di dollari australiani.

L’Interesse da parte di diverse parti richiede una revisione strategica

Oltre che Entain e ora Apollo, si ritiene che anche la Fox Corporation, di proprietà della famiglia Murdoch, in collaborazione con il veterano delle scommesse sportive online australiano Matthew Tripp, fosse interessata ad acquistare le scommesse e le attività di media di Tabcorp.

Ciò ha spinto il consiglio di amministrazione della società australiana ad avviare una revisione strategica per decidere se vendere le proprie attività di scommesse e media o scindere l’unità dalle sue attività di lotteria e quotarla come entità separata sull’ASX.

La continua sottoperformance dell’attività di scommesse di Tabcorp ha fatto agitare gli investitori e la forte performance delle sue attività di lotteria ha portato alcuni di loro a spingere per una scissione della fusione Tabcorp-Tatts.

Il business delle poker machine di Tabcorp è relativamente piccolo rispetto al ramo delle lotterie, il che significa che potrebbe probabilmente essere combinato con l’unità di scommesse in caso di scissione. Ciò potrebbe significare che l’offerta di Apollo da 4 miliardi di dollari, che include anche il business delle slot machine, potrebbe suscitare molto più gradimento nel consiglio di amministrazione della società rispetto ad altre offerte.

Si ritiene inoltre che il colosso del buyout statunitense sia in cima alla fila nell’acquistare le attività non statunitensi di William Hill dato che il nuovo proprietario del bookmaker britannico, Caesars Entertainment, Inc., ha affermato che avrebbe venduto quell’unità e che si sarebbe concentrata solo sulle sue attività negli Stati Uniti.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit