Tabcorp multata dal NSW per incentivazione illecita al gioco d’azzardo

L’operatore di gioco d’azzardo australiano Tabcorp è stato multato con una sanzione di 30.000 dollari australiani nel New South Wales per violazioni delle leggi statali sulla pubblicità del gioco d’azzardo.

La sanzione è stata emessa la scorsa settimana dal tribunale locale Downing Centre di Sydney, dove Tabcorp è stata dichiarata colpevole di aver violato le regole statali sulla pubblicità.

Le violazioni del gigante del gioco d’azzardo risalgono a dicembre 2019, quando un certo numero di ex clienti Tabcorp ha ricevuto sui propri account Instagram e tramite le storie di Instagram una pubblicità di gioco d’azzardo che offriva scommesse bonus dall’operatore.

Ai sensi della legge sul gioco d’azzardo del New South Wales, agli operatori di scommesse sportive con licenza locale è vietato pubblicare annunci che contengano incentivi che incoraggiano i clienti a partecipare o partecipare frequentemente ad attività di gioco d’azzardo.

Liquor & Gaming NSW, l’agenzia statale che controlla il gioco d’azzardo, ha condotto indagini sulle pubblicità di Instagram e ha scoperto che Tabcorp ha condotto una campagna pubblicitaria il 13 e 14 dicembre tramite Instagram Stories mirata agli scommettitori che avevano avuto account con l’operatore di gioco ma li avevano poi chiusi.

Circa 900 ex clienti Tabcorp del New South Wales hanno ricevuto il messaggio promozionale. Liquor & Gaming NSW ha scoperto che i dettagli di questi scommettitori sono stati forniti alla società madre di Instagram, Facebook, prima dell’inizio della campagna pubblicitaria.

Errore umano involontario

Dopo che le sue violazioni sono state accertate dai regolatori statali, lo scorso mercoledì Tabcorp è stato condannato e multato dal tribunale locale Downing Centre a Sydney. La società è stata dichiarata colpevole di aver violato le regole sulla pubblicità del gioco d’azzardo nel New South Wales.

Tabcorp ha anche affermato in tribunale che i dati delle 900 persone che avevano scelto di chiudere i propri account con l’operatore sono stati condivisi con Instagram a causa di un involontario errore umano.

Esprimendo il suo giudizio, la scorsa settimana il magistrato Erin Kennedy ha detto che alcune di quelle 900 persone potrebbero aver scelto di chiudere i loro conti a causa di un problema con il gioco d’azzardo e che non avrebbero dovuto essere esposte a pubblicità che incoraggiassero loro a prendere parte ad attività di gioco d’azzardo.

Il magistrato Kennedy ha aggiunto che Tabcorp aveva già in passato mancato di rispetto alle regole e ai regolamenti statali e ciò non è stato di aiuto. Nell’estate del 2019 la società è stata condannata a pagare oltre 14.000 dollari australiani in multe e spese per aver offerto e incentivato illecitamente il gioco d’azzardo nello stato.

Il magistrato Kennedy ha inoltre osservato che la condanna e la multa della società dovrebbero fungere da deterrente generale ma anche da deterrente specifico per garantire che il principale operatore di gioco d’azzardo rispetti le leggi del New South Wales.

La scorsa settimana, Tabcorp è stata punita con una multa di 18.000 dollari australiani oltre che a pagare 12.276 dollari australiani per le spese legali.

Tabcorp non è stato l’unico operatore di gioco d’azzardo che è stato multato nel New South Wales negli ultimi mesi. All’inizio di quest’anno, Ladbrokes Australia e Neds hanno ricevuto molte record di 207.500 dollari australiani per aver offerto incentivi al gioco d’azzardo che violavano le leggi e le normative statali.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit