A Caesars E’ Stato Concesso Un Ulteriore Anno Per Vendere Il Casino’ In Indiana

Nella giornata di lunedì, i membri della Indiana Gaming Commission hanno deciso all’unanimità di concedere all’operatore di casinò Caesars Entertainment Inc. un anno in più per vendere la sua proprietà a Horseshoe Hammond.

Caesars inizialmente aveva tempo fino al 31 dicembre per trovare un acquirente per il suo casinò di Hammond. Tuttavia, i commissari hanno condiviso l’opinione che la vendita della proprietà al momento “rappresenta un’impresa eccezionale”, tenendo conto dell’incertezza data dall’espansione che sta avendo il gioco d’azzardo nel vicino Illinois e dell’impatto che la pandemia Covid-19 sta avendo sullo stato e sul mercato nazionale del gaming.

Sara Tait, direttore esecutivo dell’Indiana Gaming Commission, ha affermato lunedì che la concessione della proroga per la vendita di Horseshoe Hammond era “nel migliore interesse dello stato e della comunità locale” e che la mossa non avrebbe avuto un “impatto negativo sulle attività della proprietà.”

L’Indiana Gaming Commission è stata tra gli ultimi regolatori a pronunciarsi sulla proposta di acquisizione dell’ex Caesars Entertainment Corp. da parte dell’ex Eldorado Resorts. I regolatori del gaming dello Hoosier State hanno dato il via libera all’accordo da 17,3 miliardi di dollari in luglio, ma hanno ordinato a Caesars di vendere tre delle sue cinque proprietà nell’Indiana entro la fine dell’anno.

La vendita dei tre casinò ha come scopo quello di prevenire una “indebita concentrazione economica” del mercato del gaming dello stato in seguito all’acquisizione di Caesars da parte di Eldorado. Le due società hanno finalizzato l’accordo sempre nel mese di luglio.

Ci Sono Gia’ Gli Acquirenti Per Tropicana Casino E Caesars Southern Indiana

Caesars venderà anche il suo Tropicana Casino a Evansville e il complesso-casinò Caesars Southern Indiana a Elizabeth. Il mese scorso il gigante dei casinò ha annunciato di aver stipulato un accordo per cedere Tropicana Evansville a Bally’s Corp. (ex Twin River Worldwide Holdings) per 430 milioni di dollari. L’accordo dovrebbe concludersi entro la metà del 2021.

La scorsa settimana è emersa anche la notizia che Caesars ha firmato una lettera di intenti con la Eastern Band of Cherokee Indians che manifesta l’interesse della tribù ad acquistare il Caesars Southern Indiana a condizione che le parti coinvolte “riescano a concordare i termini della transazione”.

Secondo i termini delineati nella lettera di intenti, Caesars ha accettato di lavorare esclusivamente con la tribù per 45 giorni dalla data in cui l’operatore del casinò ha firmato la lettera e ha promesso di non “valutare offerte da altri potenziali acquirenti” per il Caesars Southern Indiana.

Il capo principale della tribù Richard G. Sneed ha detto la scorsa settimana che il casinò a Elizabeth è “un business con una quantità nota di cash flow e un ritorno noto alla tribù”.

Nel 2018, Caesars ha avviato un progetto da 90 milioni di dollari per trasferire Caesars Southern Indiana sulla terraferma, rinnovare il suo hotel adiacente e aggiungere nuove strutture come ristoranti, bar e altre nuove ancora. Alla fine dello scorso anno, l’operatore ha svelato il nuovo piano del casinò di 110.000 piedi quadrati della struttura con 1.650 slot machine, giochi da tavolo e scommesse sportive.

Caesars ha detto che intende mantenere i suoi due ippodromi nell’Indiana, Harrah’s Hoosier Park e Indiana Grand. All’inizio di quest’anno, le due proprietà hanno aggiunto i giochi da tavolo con croupier dal vivo.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit