I Giocatori Di Poker Prelevano Le Vincite In Bitcoin

L’operatore di poker online con sede in Costa Rica Winning Poker Network (WPN) è costretto da diverse settimane a questa parte ad acquistare ogni giorno Bitcoin per milioni di dollari, poiché sempre più giocatori hanno richiesto come metodo di prelievo i Bitcoin al momento della riscossione delle proprie vincite.

Ciò riflette la recente impennata del valore di Bitcoin che ha visto la criptovaluta superare gli 18.000 dollari all’inizio di questa settimana. È salito del 60% circa nell’ultimo mese, facendo tornare alla mente il suo boom nel 2017 quando a un certo punto nel dicembre di quell’anno raggiunse i 19.783 dollari, prima di registrare un calo di oltre il 70% nel 2018.

Phil Nagy, amministratore delegato di WPN, ha detto a Bloomberg che, ogni giorno da diverse settimane ormai, hanno dovuto acquistare milioni di dollari di criptovaluta da over-the-counter trading desks per soddisfare la crescente domanda dei loro giocatori di prelevare le proprie vincite in Bitcoin.

Il signor Nagy ha detto che le richieste in Bitcoin rappresentano il 90-95% dei loro prelievi al momento e che i giocatori chiedono la criptovaluta perché “sta salendo”. Ha aggiunto che devono costantemente uscire e comprare Bitcoin – molto […] più di quanto abbiamo mai dovuto fare prima”.

WPN è uno dei maggiori operatori di poker al mondo. La società supporta una serie di siti web di poker online che accettano giocatori da tutto il mondo.

La Maggior Parte Dei Giocatori E’ Residente Negli USA

Il signor Nagy ha affermato che anche prima del recente aumento del valore di Bitcoin e della crescita della domanda per la criptovaluta, il WPN effettuava oltre il 60% del suo volume di transazioni in Bitcoin, che è di circa 100 milioni di dollari al mese.

Se attualmente la società paga circa il 95% delle vincite dei suoi giocatori in Bitcoin, ciò equivale a quasi 160 milioni di dollari di criptovaluta al mese.

WPN e Bitcoin hanno una lunga storia insieme. L’operatore ha iniziato ad accettare la criptovaluta nel 2014. L’anno scorso, la rete di poker ha stabilito un Guinness World Record per il più grande jackpot crittografico del poker online del valore di oltre 1 milione di dollari o circa 106 Bitcoin all’epoca.

Mr. Nagy ha detto che la maggior parte dei loro giocatori, circa il 60%, risiede negli Stati Uniti. E siccome il gioco d’azzardo online, poker incluso, è legale solo in un numero ristretto di stati, ciò potrebbe spiegare l’entusiasmo per la criptovaluta.

Inoltre, gli appassionati di risorse digitali forse usano WPN e altri siti di poker online per evitare le tasse, poiché vi è una sensazione in generale che le autorità statunitensi potrebbero trovare le criptovalute più difficili da tracciare. Mr. Nagy ha detto a Bloomberg che i giocatori registrano da soli le proprie vincite e perdite e che la rete di poker non lo regola.

Lo stesso WPN a dir la verità non tiene Bitcoin, ma li converte in fiat il più rapidamente possibile per evitare di affrontare la volatilità della criptovaluta. Tuttavia, il signor Nagy ha detto che a volte sono bloccati con Bitcoin, soprattutto quando il suo prezzo scende. In questi casi, l’operatore vede i giocatori gli inviano 100.000 o 200.000 di dollari in Bitcoin, “perché è il modo più veloce per liquidarlo”.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit