Curacao Si Piega Alle Pressioni Dei Paesi Bassi E Accetta Di Inasprire Le Regole Sulle Licenze Per Il Gioco D’azzardo

Gli operatori di gioco d’azzardo online con licenza a Curaçao potrebbero presto subire una seria dimunizione della clientela poiché il governo della piccola nazione insulare ha finalmente ceduto alle pressioni dei Paesi Bassi per introdurre nuove restrizioni e regole per il rilascio di licenze ai casinò online e alle società di scommesse interessate.

Essendo fortemente dipendente dall’attività del turismo, l’economia di Curaçao ha subito un duro colpo quest’anno a causa delle misure senza precedenti che dovevano essere prese per rallentare la diffusione del coronavirus. Per limitare le conseguenze della pandemia, la nazione insulare ha ricevuto sostegno finanziario dai Paesi Bassi.

Dopo aver ottenuto la sua seconda tranche di aiuto finanziario nel maggio 2020, il governo olandese ha comunicato a Curaçao che il suo sostegno non sarebbe più arrivato senza impegno. L’introduzione di alcune restrizioni per la concessione di licenze per il gioco d’azzardo online e altre modifiche nel modo in cui Curaçao gestisce le questioni relative al suo settore del gioco d’azzardo sono state delineate in un cosiddetto Pacchetto Paese (Landspakket) concordato tra i governi di Curaçao e Paesi Bassi.

Diverse migliaia di casinò online e siti di scommesse attualmente operano con licenze rilasciate a Curaçao. Tuttavia, questi si rivolgono spesso a clienti in territori in cui non sono autorizzati ad operare, compresi i Paesi Bassi. Ciò è pronto a cambiare con le riforme incluse nel recente Pacchetto Paese.

Nuovo Regolatore

Curaçao dovrà formare un nuovo regolatore indipendente che avrà il compito di supervisionare il settore del gioco d’azzardo della nazione e di rilasciare licenze agli operatori di iGaming interessati. L’organismo di regolamentazione deve essere istituito e pronto entro il 1 marzo 2021.

L’autorità di regolamentazione dovrà inoltre revocare le licenze degli operatori che non rispettano le norme e i regolamenti locali.

Attualmente, diversi importanti licenziatari a Curaçao, per lo più società di telecomunicazioni private, stanno concedendo licenze ai casinò online e ai siti di scommesse sportive. Queste licenze sono concesse per scopi commerciali e non esiste un regolatore effettivo che sovrintenda alle attività dei titolari delle licenze. Inoltre, le licenze vengono revocate raramente.

Gli operatori autorizzati a Curaçao non pagano le tasse sui ricavi ottenuti dall’offerta di servizi di gioco d’azzardo online. Ma anche questo sta per cambiare.

Gli Operatori Di Curacao Non Saranno Piu’ Autorizzati Ad Accettare Giocatori Da Altri Territori

In base ai termini del Pacchetto Paese, gli operatori con licenza locale non saranno più autorizzati ad accettare giocatori da altri territori regolamentati, ad eccezione di alcuni paesi che accettano licenze da Curaçao.

Secondo le disposizioni del Pacchetto Paese, Curaçao e il suo futuro regolatore devono elaborare un piano entro il 1 settembre 2021 per impedire ai titolari di licenza di attirare clienti provenienti da territori vietati e per garantire che le loro attività siano conformi alle regole.

Ciò significa che gli operatori con licenza di Curaçao non devono più offrirsi ai giocatori dei Paesi Bassi. Quello stesso paese è pronto a riorganizzare il proprio mercato del gioco d’azzardo online entro il 1 settembre 2021 nel tentativo di introdurre un sistema di licenze che consentirebbe solo agli operatori autorizzati di servire i giocatori locali e punirebbe tutti coloro che violano le norme e i regolamenti locali.

In altre parole, gli operatori con licenze da Curaçao vedranno diminuire drammaticanete il numero dei propri clienti. Le attività di tali società saranno fondamentalmente limitate ai 160.000 residenti della nazione insulare e a qualche altro paese selezionato.

Gli operatori di gioco d’azzardo con licenza locale saranno inoltre tenuti a pagare tasse, tasse aziendali e diritti di licenza. Attualmente, i principali licenziatari pagano un’imposta sulle società del 2% e una tariffa annuale per la licenza master di 240.000 ANG (circa 134.000 dollari). Per quanto riguarda i sub-licenziatari, difficilmente pagano le tasse perché la maggior parte di loro fornisce i propri servizi altrove.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit