Caesars Riaprira’ Il Rio Al Suite Hotel And Casino Entro La Fine Dell’anno

Il Rio All-Suite Hotel and Casino di Las Vegas è pronto per riprendere le attività prima del 2021, ha dichiarato questa settimana il gestore della struttura, Caesars Entertainment Inc.

Il casinò fuori dalla Strip, conosciuto soprattutto per essere la sede delle World Series of Poker annuali, ha chiuso i battenti a metà marzo mentre il Nevada stava combattendo per frenare la diffusione del coronavirus. Da allora è rimasto chiuso, ma il CEO di Caesars Tom Reeg ha dichiarato giovedì durante una teleconferenza sugli utili del terzo trimestre che l’hotel-casinò resort ha in programma di riaprire entro la fine dell’anno.

Dopo quasi un decennio di speculazioni sul destino di Rio, Caesars ha venduto la proprietà alla fine dell’anno scorso a una società affiliata a Dreamscape Companies, di proprietà e controllata dallo sviluppatore newyorkese Eric Birnbaum in un affare da 516,3 milioni di dollari.

In base a un contratto di locazione tra Caesars e il nuovo proprietario di Rio, il gigante del casinò avrebbe continuato a gestire le attività quotidiane della proprietà per almeno due anni con un canone annuo di 45 milioni di dollari. Il nuovo proprietario del resort ha la possibilità di pagare a Caesars altri 7 milioni di dollari per prorogare il contratto di locazione a condizioni simili per un terzo anno.
Rio è l’ultima di quasi sessanta proprietà gestite da Caesars negli Stati Uniti che la scorsa primavera sono rimaste sospese dalla chiusura dei casinò a livello nazionale causata dal coronavirus.

Caesars Ottiene Il Miglioramento Delle Prestazioni

A differenza di molte altre importanti società di casinò presenti nella Strip di Las Vegas, tra cui MGM Resorts International e Wynn Resorts, che hanno deciso di ridurre le proprie attività infrasettimanali, Caesars non ha intenzione di farlo almeno per ora, ha detto Reeg nella giornata di giovedì.

Il signor Reeg ha inoltre fatto presente che “non si parlerà di chiusura della proprietà a metà settimana” e che vorrebbero invece tenere aperte le proprietà mentre “il business continua a rafforzarsi” a Las Vegas.

Il CEO di Caesars ha anche sottolineato che la società sta cercando di lavorare per migliorare i livelli finanziari negli ultimi mesi. Il signor Reeg ha detto che si aspetta che Caesars abbia prodotto quasi 50 milioni di dollari in EBITDAR a ottobre, rispetto ai 10 milioni di dollari in EBITDAR registrati in luglio.

Caesars prevede record di attività per le convention per la seconda metà del 2021. La società ha aperto il suo centro congressi Caesars Forum da 375 milioni di dollari in marzo, ma la struttura ha operato per circa un giorno e mezzo prima che il Nevada ordinasse una chiusura in tutto lo stato di tutte le attività non essenziali.

Reeg ha detto questa settimana che il Caesars Forum ha 172 eventi congressuali prenotati per il prossimo anno e che quasi l’80% di questi sono nuovi a Las Vegas. Tuttavia, l’esecutivo ha osservato che nulla di tutto ciò importerebbe se la situazione della salute pubblica non migliorasse.

Mentre altri stati hanno riaperto più rapidamente dopo le chiusure iniziali per il Covid-19, le misure di salute pubblica del Nevada e l’indebolimento dell’industria dei viaggi hanno messo a dura prova l’attività delle convention dello stato. La situazione dovrebbe migliorare quando il Covid-19 si placherà, ma nessuno sa davvero quando ciò potrebbe accadere.

Il signor Reeg ha affermato di essere rincuorato dalle recenti dichiarazioni del governatore Steve Sisolak secondo cui sta cercando di “raggiungere la capienza del 50% entro l’inizio del 2021”.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit