L’ente regolatore di casinò del New Jersey potrebbe rimandare la decisione sulla fusione Caesars-Eldorado

Secondo quanto affermato da alcune fonti, la Commissione di controllo di casinò del New Jersey (CCC) non includerà la fusione in sospeso degli operatori di casinò Caesars Entertainment Corp. e Eldorado Resorts nell’agenda del prossimo incontro.

L’incontro è previsto per il 10 giugno. È uno dei pochi regolatori che devono ancora decidere se sostenere il mega-affare da $ 17,3 miliardi, l’altro è un ente regolatori di giochi in Indiana e Nevada.

Le notizie che CCC non includerà la questione della fusione proposta nell’agenda degli argomenti e delle questioni da discutere nella prossima riunione sono emerse un paio di settimane dopo che l’amministratore delegato di Eldorado Tom Reeg ha affermato di essere ottimista che otterranno tutte le necessarie approvazioni normative prima della fine di giugno e che la loro fusione con Caesars stava per concludersi entro la metà del 2020. Mr. Reeg sarà alla guida dell’attivitàcombinata.

La pandemia di coronavirus ha ritardato diverse riunioni dell’ente regolatore di New Jersey. A marzo, quando la crisi era appena iniziata, la Divisione statale di applicazione dei giochi che per prima poteva raccomandare l’approvazione dell’affare multi-miliardario, però è capitato solo all’inizio di maggio.

Vale a dire che CCC non sarebbe stata in grado di valutare e governare la proposta acquisizione del suo più grande operatore di casinò da parte dell’Eldorado prima della metà di maggio. Tuttavia, si segue ovviamente un nuovo calendario.

I regolatori affermano di aver bisogno di tempo per valutare la fusione

L’unica possibilità che CCC di decisa sull’accordo durante questo mese è convocare una riunione di emergenza più avanti a giugno. I regolatori del New Jersey hanno sottolineato di avere bisogno di tempo sufficiente per considerare la questione.

L’accordo deve ancora essere approvato anche dalla Federal Trade Commission.

Molti ritenevano che New Jersey sarebbe stato uno dei maggiori ostacoli prima che Eldorado e Caesars combinino le loro attività. Il gruppo allargato dovrebbe possedere quattro dei nove casinò operativi di Atlantic City, il che avrebbe sicuramente suscitato preoccupazioni per quanto riguarda la concorrenza.

Tuttavia, Eldorado e Caesars hanno attenuato tali preoccupazioni ad aprile, quando hanno annunciato la vendita di tre casinò, tra cui Atlantic City di Bally, a Twin River Worldwide Holdings con un accordo da $ 180 milioni e perciò è un po ‘strano che il regolatore del New Jersey stia rimandando la sua decisione sulla fusione proposta.

Come accennato di sopra, il mega-affare ha anche bisogno di luce verde da parte dell’Indiana Gaming Commission e dei regolatori del Nevada.

L’ente regolatore dell’Indiana avrà un incontro a metà giugno, ma non è ancora chiaro se i membri della commissione voteranno sull’unione Caesars-Eldorado. Il prossimo incontro del Nevada Gaming Control Board è previsto per il 10 giugno, mentre la Commissione statale per i giochi si terrà il 25 giugno.

Sia Caesars che Eldorado hanno riaperto alcune delle loro proprietà in diversi stati, dal momento cher le restrizioni imposte per aiutare a frenare la diffusione del coronavirus si stanno pian piano allentando in tutta la nazione.

Le due società saranno anche in grado di riaprire le loro proprietà a Las Vegas e in tutto il Nevada dal 4 giugno, dopo che il governatore Steve Sisolak ha permesso alle sale da gioco di riprendere attività dopo la chiusura di più di due mesi fa.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit