DraftKings cerca di aggirare il periodo di attesa per entrare nel mercato delle scommesse sportive dell’Illinois

DraftKings potrebbe aver escogitato un modo per aggirare il periodo di attesa di 18 mesi imposto dall’Illinois per gli sportsbook che operano solo online e potrebbe entrare nel nascente mercato del gioco d’azzardo dello stato molto prima, tramite una partnership con un casinò locale.

Secondo l’ultimo aggiornamento sul sito dell’Illinois Gaming Board, una società di proprietà di DraftKings – Crown IL Gaming LLC – ha richiesto una licenza per servizi di gestione delle scommesse sportive il 28 aprile.

DraftKings non ha confermato proprie intenzioni, ma sembra che l’operatore di fantasport quotidiani trasformato in operatore di scommesse sportive non stara solo ad osservare dall’esterno le attività di scommesse sportive nello stato.

L’Illinois ha legalizzato le scommesse sportive l’estate scorsa. Tuttavia, la legge sulle scommess dello stato contiene una cosiddetta bad actor clause per operatori di fantasport quotidiani che un tempo gestivano concorsi DFS sul territorio dello stato prima che il procuratore generale dell’Illinois Lisa Madigan scrivesse in una nota del 2015 che l’attività costituiva gioco d’azzardo illegale.

In base alla sopra nominata bad actor clause, società come DraftKings e FanDuel devono attendere 18 mesi prima di poter richiedere licenze di scommesse online dall’Illinois Gaming Board.

Siccome abbiamo menzionato FanDuel, va notato che amche l’altro grande DFS americano, diventato operatore di scommesse sportive, ha esplorato una mossa simile a quella di DraftKings. E mentre DraftKings deve ancora trovare un casinò terrestre in Illinois con cui collaborare per un più rapido ingresso nel mercato locale, FanDuel ha già un partner del genere.

FanDuel ha stretto una collaborazione con l’operatore di casinò regionale Boyd Gaming nell’agosto 2018. Questa collaborazione potrebbe ora aiutare la società di gioco digitale a prseentare la sua offerta nell’Illinois molto prima del previsto. Boyd Gaming gestisce il casinò Par-A-Dice a East Peoria, in Illinois.

Non è ancora finita

Tuttavia, anche se FanDuel e DraftKings potrebbero aver trovato un modo per aggirare la clausola dell’Illinois, il futuro dei due operatori nello stato dipende in realtà dall’Illinois Gaming Board, che ha il potere di ritardare la sua decisione per tutto il tempo che vuole.

Boyd, la società partner di FanDuel, a marzo ha ottenuto una licenza provvisoria di scommesse sportive dall’autorità di regolamentazione del gioco d’azzardo, il che potrebbe facilitare l’ingresso in Illinois alll’operatore di scommesse sportive.

DraftKings però, come accennato in precedenza, deve ancora trovare un partner locale. La maggior parte dei proprietari di casinò dello stato ha già annunciato partner di scommesse sportive digitali. L’operatore di scommesse sportive ha quindi una scelta piuttosto limitata.

Harrah’s Joliet, di proprietà di Caesars Entertainment Corp., Jumer’s Casino, di Delaware North, e Casino Queen, un’azienda di proprietà dei dipendenti, sono tre delle possibilità.

Caesars ha un accordo attivo con DraftKings per fornire “accesso di contenuti di gioco online al mercato.” D’altra parte, Delaware North collabora con IGT nella Virginia dell’Ovest e IGT collabora con DraftKings presso Scarlet Pearl Casino nel Mississippi.

Resta ora da vedere se l’Illinois Gaming Board permetterà a DraftKings e FanDuel di entrare presto nel mercato o se troverà un modo per costringere i due operatori ad aspettare il periodo di 18 mesi.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit