Un alto procuratore di Tokyo si dimetterà per aver partecipato ad un scandalo legato al gioco d’azzardo

Hiromu Kurokawa, alto magistrato di Tokyo, è costretto alle dimissioni dopo che in una rivista locale sono emerse le notizie che ha giocato a mahjong per soldi durante lo stato di emergenza in Giappone, causato dalla pandemia di coronavirus, ignorando potenzialmente le linee guida sul distanziamento sociale.

Kurokawa è attualmente capo dell’ufficio della procura di Tokyo. Secondo un rapporto del settimanale Shukan Bunshun, il pubblico ministero ha giocato a mahjong per soldi con due giornalisti e un dipendente di un altro giornale il 1 maggio e il 13 maggio.

Il Giappone è attualmente in uno stato di emergenza per frenare la diffusione del coronavirus che ha colpito tutto il mondo negli ultimi sei mesi.

Il gioco d’azzardo è illegale in Giappone, con pochissime eccezioni, e giocare a mahjong per soldi non è una di queste.

Si crede che Kurokawa sia ampiamente vicino al primo ministro giapponese Shinzo Abe e privilegiato da lui. Oltre alla sua partecipazione nello scandalo con gioco d’azzardo, l’alto procuratore di Tokyo è stato anche al centro di grandi proteste pubbliche per le intenzioni del governo giapponese di aumentare l’età di pensionamento per i pubblici ministeri da 63 a 65 anni.
La misura è stata adottata appena dopo che a Kurokawa è stato permesso di rimanere al suo posto dopo che ha compiuto 63 anni.

L’amministrazione del primo ministro Abe ha respinto la misura dopo che i leader dell’opposizione hanno accusato il governo di cercare di ottenere una base giuridica retroattiva per il suo permesso a Kurokawa di rimanere in carica.

Diminuzione del supporto

La notizia che il procuratore Kurokawa abbia giocato d’azzardo durante lo stato di emergenza è l’ultimo di molte recenti battute d’arresto per il primo ministro Abe, la cui amministrazione sta attualmente affrontando la diminuzione del sostegno pubblico e pesanti critiche sulla sua risposta alla crisi causata da Covid-19.

Alla domanda sullo scandalo che ha coinvolto l’alto procuratore di Tokyo, il primo ministro Abe ha detto ai giornalisti che il governo stava cercando di confermare la questione.

Secondo l’indipendente analista politico Atsuo Ito, ci sarà una nuova ondata di critiche sullo scandalo, e certamente sarà dannoso.

Va inoltre notato che si tratta del secondo scandalo, legato al gioco d’azzardo, che il governo del primo ministro Abe ha dovuto affrontare negli ultimi mesi.

Alla fine dell’anno scorso, un legislatore superiore del Giappone è stato arrestato per il sospetto di aver accettato denaro per sostenere l’offerta di un operatore cinese di vincere il diritto di costruire un casinò resort nel paese. Tsukasa Akimoto, ex membro del Partito Liberale Democratico, che governa in Giappone, è stato per accusato di corruzione, cioè di aver ricevuto circa 7,6 milioni di JPY in contanti e regali dall’operatore di lotterie sportive 500.com tra il 2017 e il 2018.

Il legislatore ha sostenuto la sua innocenza, ma il suo arresto e la sua accusa sono stati un duro colpo per gli sforzi del primo ministro Abe di portare il gioco d’azzardo nel paese, nel tentativo di aumentare le visite dall’estero e garantire nuove fonti di entrate per le casse dello stato.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit