Infuria la guerra di Germania con fornitori di servizi di pagamento per il gioco d’azzardo online

Lo stato della Bassa Sassonia, uno dei stati federati di Germania, questa settimana ha ordinato a un fornitore di servizi di pagamento innominato di trattenersi dall’elaborare transazioni relative al gioco d’azzardo online illegale.

L’estate scorsa, lo stato ha emesso un ordine simile, sempre a un elaboratore di pagamenti online non reso noto, che però era largamente ritenuto essere PayPal, dato che la società ha annunciato nell’agosto 2019 che stava chiudendo i propri servizi ai giocatori di casinò online in Germania.

All’inizio di questa settimana, il Ministero degli Interni e dello Sport della Bassa Sassonia ha annunciato di aver “vietato di nuovo a un fornitore di servizi di pagamento attivo a livello internazionale di partecipare a transazioni di pagamento legate a giochi illegali in Germania.”

Il Ministero degli Interni e dello Sport dello Stato è l’organo di controllo responsabile della sorveglianza dei giochi in Germania, ai sensi del Terzo trattato statale sul gioco d’azzardo.

In base a quel trattato, è vietato svolgere attività di gioco e di poker online sul territorio tedesco, fatta eccezione per lo stato di Schleswig-Holstein.

La legge sul gioco d’azzardo di Germania, che è temporanea fino all’entrata in vigore di un quadro permanente a metà del 2021, consentiva agli operatori di scommesse sportive interessati di richiedere licenze e operare in un ambiente regolamentato. Però, il tribunale amministrativo di Darmstadt all’inizio di questo mese ha interrotto il processo di concessione di tali licenze in Germania fino a nuova comunicazione, affermando che la causa sia la mancanza di trasparenza e altre questioni.

Guerra con elaboratori di pagamenti

In una dichiarazione fatta lunedì, il Ministro degli Interni e dello Sport della Bassa Sassonia Boris Pistorius, ha ricordato ai fornitori di servizi di pagamento che “sono legalmente obbligati a trattenersi dall’effettuare pagamenti in relazione al gioco d’azzardo illegale” e che se non eviteranno tali attività i legislatori della Bassa Sassonia “saranno costretti ad agire.”

Il Ministro ha inoltre affermato che sono in preparazione ulteriori ordini che mirano a proibire transazioni illegali relative al gioco d’azzardo.

Lui ha anche fatto notare che il Ministero si aspetta che le società che offrono servizi finanziari rispettino le loro responsabilità e “riesaminino criticamente e, se necessario, smettano immediatamente di lavorare con aziende che praticano il gioco d’azzardo illegale.”

All’inizio dell’anno, il Ministro degli Interni e dello Sport della Bassa Sassonia ha inviato una lettera al settore bancario di Germania, avvertendo le istituzioni finanziarie di trattenersi dall’elaborare denaro proveniente dal gioco d’azzardo illegale.

Tuttavia, il Ministro Pistorious ha elogiato le misure di successo adottate dai singoli fornitori di servizi di pagamento, dicendo che questi dimostrano che “un approccio efficace è possibile e ha un impatto forte nel settore.”

Come accennato in precedenza, il responsabile delle transazioni errate non è stato reso noto dai funzionari della Bassa Sassonia, ma è stato riferito che il recente divieto riguardante PayPal potrebbe essere stato nuovamente emesso. Secondo alcune fonti del settore, la principale società di servizi finanziari è stata elencata all’inizio di quest’anno come una delle opzioni di pagamento disponibile con alcuni operatori di gioco online in Germania.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit