Legislatori della Florida Ancora Lontani da Accordo su Gioco d’Azzardo

I legislatori della Camera e del Senato della Florida hanno fallito per un’altra settimana nel raggiungere un accordo su un patto sul gioco d’azzardo che potrebbe vedere l’entrata di centinaia di milioni di dollari nelle casse dello stato.

Tuttavia, il Governatore Ron DeSantis ritiene che un patto potrebbe essere accettato prima della fine dell’attuale sessione legislativa.

La Sottocommissione di Controllo sul Gioco d’Azzardo della Camera ha cancellato un secondo incontro programmato per venerdì durante il quale i legislatori delle due camere del Parlamento della Florida avrebbero potuto rivelare un qualche tipo di patto sul gioco d’azzardo. Questo indica che i legislatori dello stato sono ancora lontani dall’arrivare ad un qualsiasi tipo di accordo.

In più, una importante terza parte in una potenziale ampia riforma del gioco d’azzardo – la tribù Seminole della Florida – non ha avuto una parte prominente nelle discussioni in corso. La tribù gestisce una serie di casinò in tutto lo stato e ha un’enorme influenza commerciale e politica.

A seguito della fine della sessione legislativa 2019 della Florida, i casinò Seminole hanno cessato un accordo di condivisione delle entrate che la tribù aveva siglato con lo stato dieci anni fa. La Florida avrebbe potuto ricevere un importo stimato di $330 milioni in denaro da gioco d’azzardo dai Seminole lo scorso anno, se loro avessero indirizzato quel denaro direttamente nelle casse dello stato.

Il Gov. DeSantis ha detto giovedì che sperano “di riuscire a fare qualcosa” e che sarebbe bene se potessero raggiungere un’intesa.

Tentativo Fallito di Accordo

Il Senatore della Florida, Wilton Simpson, è riuscito a raggiungere un accordo con la Tribù Seminole negli ultimi giorni della sessione 2019 del Parlamento. Tuttavia, il Gov. DeSantis, che è subentrato come funzionario di grado superiore della Florida all’inizio del 2019, ha rifiutato di avallare la proposta, dicendo che era arrivata da lui troppo tardi e non aveva avuto abbastanza tempo per revisionarla a fondo.

Il Governatore ha detto giovedì scorso che durante la sua prima legislatura ha provato a focalizzarsi sui punti della sua campagna elettorale, e queste cose non includevano un nuovo patto tribale.

Lo stesso ha continuato dicendo che “non c’era alcun modo perché firmassi la dichiarazione per un accordo di 30 anni entro 48 ore.” Il Governatore ha sottolineato inoltre che durante lo scorso anno ha avuto una possibilità di “comprendere realmente di cosa dovrebbe beneficiare lo stato da esso.”

Secondo il patto originale dei Seminole con lo stato, a loro veniva garantito il diritto esclusivo di offrire il blackjack nei loro casinò in tutta la Florida. In cambio, la tribù accettava di condividere una porzione importante delle sue entrate da gioco d’azzardo con lo stato.

Nel 2015, la tribù avvertiva lo stato che avrebbe cessato l’accordo di condivisione delle entrate, argomentando che la Florida aveva violato i termini del loro patto permettendo a sale scommesse statali di offrire giochi di carte al cosiddetto giocatore designato.

Un giudice dalla parte della tribù ha detto che i controversi giochi di carte di sicuro violavano l’esclusività del blackjack dei Seminole. I legislatori della Florida e i funzionari tribali non sono stati in grado di accordarsi sui termini di un nuovo patto ormai da cinque anni.

La tribù ha chiesto allo stato di estendere la sua esclusività oltre il blackjack e ricomprendere altri giochi di carte, ma i legislatori sono rimasti estremamente cauti su questo problema.

Fonte: Florida Governor Ron DeSantis Hopes ‘We Can Get Something Done’ On Gambling

Seguiteci su Facebook e Twitter per restare aggiornati sulle principali notizie di casinò del giorno.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit