Legislatore nello Scandalo di Tangenti nel Casinò in Giappone Sostiene Innocenza

Il legislatore al centro dello scandalo di tangenti per il casinò che ha scosso il Giappone alla fine dell’anno scorso ha ribadito la sua innocenza durante una conferenza stampa di venerdì, dicendo ai giornalisti di non aver preso tangenti da una società di gioco d’azzardo cinese in cerca di aggiudicarsi una licenza per un resort con casinò in Giappone.

Tsukasa Akimoto, un ex membro del Partito Democratico Liberale (LDP) che governa in Giappone, è stato arrestato a dicembre 2019 per il sospetto di aver accettato denaro e diversi trattamenti speciali dall’operatore di lotterie sportive online cinese 500.com per favorire la sua offerta per costruire un resort integrato con uno spazio di casinò dedicato a Hokkaido insieme ad un’agenzia turistica giapponese.

Il legislatore ha ripetutamente negato le accuse di tangenti sollevate contro di lui e ha detto di non aver mai favorito alcuna società che cercava di entrare nel nascente mercato di casinò in Giappone. Il sig. Akimoto è stato rilasciato questa settimana dopo aver pagato una cauzione da JPY30 milioni (ca. $270.000).

In una conferenza stampa che è durata circa 20 minuti e che si è tenuta venerdì in un edificio di uffici per i membri della Camera dei Rappresentanti del Governo, il sig. Akimoto ha detto ancora una volta di essere innocente e che non ha “mai concesso favori a specifiche società.”

Il legislatore, membro della Camera dei Rappresentanti, è il primo legislatore giapponese in carica ad essere indagato da più di dieci anni. Lo stesso ha lasciato il partito LDP pochi giorni prima del suo arresto.

“Mai considerata una tangente”

Il sig. Akimoto è stato accusato per aver presumibilmente ricevuto JPY7,6 milioni in denaro e altri trattamenti da 500.com nel 2017 e 2018. A quel tempo, il legislatore era vice ministro anziano incaricato di redigere la politica per l’introduzione del gioco d’azzardo in stile casinò in Giappone.

Secondo i procuratori di Tokyo, il sig. Akimoto ha ricevuto JPY2 milioni il 1 settembre 2017. Il legislatore ha detto venerdì che il denaro era un onere a lui pagato per tenere un discorso ad un evento sponsorizzato da 500.com. Ha anche detto ai giornalisti di non aver mai considerato la somma una tangente.

Lo stesso ha inoltre negato di aver ricevuto altri JPY3 milioni in denaro da 500.com in seguito a settembre 2017.

Oltre che da questi due presunti episodi in cui il sig. Akimoto avrebbe preso tangenti dalla società di gioco d’azzardo cinese, gli investigatori hanno anche scoperto che 500.com ha omaggiato il legislatore di due viaggi e coperto le relative spese.

A dicembre 2017, il sig. Akomoto ha visitato la sede centrale dell’operatore di lotterie sportive a Shenzhen, Cina.  febbraio 2018, lui e la sua famiglia hanno intrapreso un viaggio a Hokkaido, per il quale, secondo i procuratori di Tokyo, 500.com si era assunto i costi.

Il legislatore ha detto venerdì che aveva istruito il suo ex segretario di fare attenzione alle spese per i viaggi e che non li riconosceva come costituenti un trattamento speciale.

Il sig. Akimoto ha detto inoltre ai giornalisti che per il momento è focalizzato sul processo. Il legislatore ha respinto i richiami da parte dei membri del partito di opposizione a dare testimonianza giurata sullo scandalo di tangenti alla Dieta.

Fonte: Lawmaker Tsukasa Akimoto claims innocence in casino bribery cases

Seguiteci su Facebook e Twitter per restare aggiornati sulle principali notizie di casinò del giorno

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit