Il Gruppo di Gioco d’Azzardo Aspire Global Risolve un Contenzioso con l’Agenzia delle Tasse Israeliana

Il gruppo di gioco d’azzardo online, Aspire Global ha risolto un contenzioso fiscale con l’Autorità Fiscale Israeliana (ITA) e ha accettato di pagare €13,7 milioni in tasse pregresse come parte dell’accordo recentemente raggiunto.

Il contenzioso fiscale è derivato da una verifica fiscale precedentemente svolta relativa alla giurisdizione di gestione e controllo, all’organizzazione permanente e il tariffario di trasferimento tra le entità del gruppo.

Secondo i termini del suo accordo con l’agenzia fiscale israeliana, Aspire Global ha accettato di pagare la cartella esattoriale da €13,7 milioni che si riferisce a 11 anni fiscali, dal 2008 fino al 2018. L’accordo, che Aspire Global ha annunciato l’ultimo giorno del 2019, pone fine a tutte le relative indagini nell’attività della società.

Aspire Global ha sede a Malta e negozia su Nasdaq Stoccolma, ma gestisce anche un ufficio a Israele ed è strettamente collegato al paese mediterraneo.

La verifica di Aspire Global è stata menzionata nelle sezioni Note Fiscali e Gestione del Rischio del suo Rapporto Annuale del 2018, e le sue relazioni provvisorie e prospetti relativi alla sua IPO e rilascio di titoli.

Come parte del suo accordo con ITA, alla società non saranno applicate sanzioni come risultato della sua verifica. Si è anche risaputo che l’accordo recentemente garantito copre la totalità delle attività di Aspire Global in Israele.

La Cartella Esattoriale Sarà Elencata come Voce Eccezionale

Aspire Global ha detto la scorsa settimana che la sua cartella esattoriale di Israele sarà elencata come voce eccezionale nei suoi resoconti finanziari per il 2019 e che prevede di fare il pagamento nei prossimi giorni.

Il gruppo di gioco d’azzardo ha spiegato di aver scelto l’accordo con l’agenzia fiscale d’Israele dopo un lungo periodo di incertezza.

In un comunicato sul suo sito web ufficiale, datato 31 dicembre 2019, la società ha detto che le sue finanze rimangono forti nonostante l’accordo con ITA e la pesante cartella esattoriale, e che il gruppo ha incassato un totale di €43,1 milioni fino al 30 settembre 2019.

Aspire Global ha vissuto un anno impegnativo che l’ha visto acquisire il creatore e fornitore di contenuti e casinò online Pariplay ed espandersi nel mercato del gioco d’azzardo online regolamentato USA tramite quell’acquisizione.

Agli inizi di novembre, Aspire Global ha annunciato che, in seguito, la recente acquisita Pariplay ha raggiunto un accordo di fornitura di contenuti con 888casino che ha dato al fornitore di iGaming l’accesso allo spazio di iGaming del New Jersey. Secondo i termini dell’accordo, Pariplay ha accettato di fornire contenuti proprietari e di terzi all’importante marchio di casinò online.

La controllata ad etichetta bianca di Aspire Global è finita in guai normativi in Svezia in diverse occasioni, durante l’anno. AG Communications, che è autorizzata a gestire diversi marchi di gioco d’azzardo dall’Autorità di Gioco d’Azzardo Svedese, è stata la prima ad essere multata per aver violato le norme di autoesclusione della nazione scandinava e di aver in seguito subito un’altra multa per violazioni dell’offerta di bonus.

A ottobre, l’Agenzia Svedese per il Consumatore (Konsumentombudsmannen, KO) ha detto che avrebbe intentato causa ad AG Communications e al suo marchio di casinò online Karamba per un’offerta bonus che praticamente “obbligava” i giocatori a scommettere somme decisamente troppo grandi per poter reclamare il bonus pubblicizzato e giri gratis.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit