L’Ente Regolatore Spagnolo Sostiene i Cambiamenti Proposti del Codice di Pubblicità di Gioco d’Azzardo

I cambiamenti proposti per un codice di pubblicità di gioco d’azzardo volontario ha ricevuto l’approvazione dall’ente regolatore di gioco d’azzardo spagnolo la scorsa settimana. Gli emendamenti, promossi dall’associazione commerciale spagnola di gioco d’azzardo online Jdigital, sono pronti ad entrare in vigore a metà gennaio e ad essere adottati dagli operatori di gioco d’azzardo con licenza locale.

In un incontro del 14 novembre, la Commissione Congiunta di Monitoraggio del codice di condotta sulla pubblicità di gioco d’azzardo ha accettato i cambiamenti proposti per il modo in cui i prodotti di gioco d’azzardo dovrebbero essere pubblicizzati nel territorio della Spagna.

La commissione fa parte dell’ente regolatore di gioco d’azzardo spagnolo – Direzione Generale per la Regolamentazione del Gioco d’Azzardo (DGOJ), ed è incaricata di supervisionare come sono promossi i servizi di gioco d’azzardo e scommesse sportive e se gli operatori autorizzati da DGOJ sono pienamente conformi alle norme e ai codici esistenti.

A seguito dell’incontro della scorsa settimana, la Commissione Congiunta di Monitoraggio ha detto che l’implementazione dei cambiamenti nel codice volontario di pubblicità di gioco d’azzardo rappresenta un rafforzamento degli attuali standard pubblicitari nel settore sottolineato nel Codice di Condotta.

Come proposto da Jdigital, le misure volontarie aggiornate saranno applicate alla pubblicità in TV, radio e digitale.

La Commissione Congiunta di Monitoraggio di DGOJ ha detto la scorsa settimana che i cambiamenti proposti si sono focalizzati su tre aree principali – la veridicità della pubblicità di gioco d’azzardo, la promozione del gioco d’azzardo responsabile e la protezione dei minori.

I Cambiamenti Proposti

Gli emendamenti proposti per il codice volontario di pubblicità entreranno in vigore il 15 gennaio 2020. I cambiamenti, quando in vigore, limiteranno le offerte di bonus di benvenuto nelle pubblicità ad un massimo di €200.

In più, ai sensi delle nuove norme, la pubblicità di gioco d’azzardo non dovranno presentare “atleti in attività” che promuovono prodotti di gioco d’azzardo e scommesse. Inoltre, ai giovani al di sotto di 15 anni non sarà permessa la partecipazione in pubblicità di gioco d’azzardo.

Le campagne pubblicitarie non dovranno essere sostenute da celebrità che partecipano a programmi rivolti ai bambini o il cui lavoro è dedicato al benessere dei minori.

Tutte le pubblicità in tutte le promozioni verticali dovranno presentare un messaggio di avviso ben visibile che dovrà incoraggiare le persone a scommettere responsabilmente. Il messaggio di avviso dovrà anche informare il pubblico che il gioco d’azzardo in Spagna è vietato ai minori di 18 anni. In caso di pubblicità televisiva, il messaggio può essere mostrato in una banda nella parte bassa dello schermo e fatto scorrere durante una pubblicità, o essere mostrato come avviso a schermo intero alla fine di una pubblicità.

Il codice volontario di pubblicità emendato verrà applicati agli operatori autorizzati da DGOJ e rappresentati da Jdigital a prescindere dalla decisione, da lungo tempo attesa, del governo spagnolo di introdurre un divieto totale di tutte le forme di pubblicità di gioco d’azzardo.

Era la fine dello scorso anno quando i legislatori spagnoli hanno indicato per la prima volta che si sarebbe potuto attuare un tale regime particolarmente restrittivo. All’inizio di quest’anno, il difensore civico ad interim della Spagna, Francisco Fernández Marugán, ha sollecitato il governo per prendere una “posizione più dura sulla pubblicità di gioco d’azzardo” e introdurre un divieto totale delle pubblicità che promuovono prodotti di gioco d’azzardo in tutte le piattaforme dei media.

Ad agosto, il Partito Socialista Spagnolo dei Lavoratori (PSOE) ha detto di aver sostenuto le raccomandazioni del difensore civico e che redigerà una bozza di un Decreto Reale che definirebbe un divieto totale sulla pubblicità di gioco d’azzardo.

Come ci si poteva aspettare, l’annuncio ha incontrato reazioni contrastanti, con gli oppositori che avvertono che vietare le pubblicità di gioco d’azzardo fornirebbe agli operatori del mercato nero un’arma importante nell’incessante battaglia per i clienti. Resta ancora da vedere se il governo implementerà effettivamente un regime di pubblicità più restrittivo o se prenderà in considerazione gli avvertimenti degli operatori del settore che tale iniziativa significherebbe solo maggiori problemi.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit