Le Scommesse Sportive in USA si Preparano a Diventare un Settore da $8 miliardi entro il 2025

Le scommesse sportive in USA saranno un settore da $7 a $8 miliardi entro il 2025, secondo le proiezioni di investitori e dirigenti di gioco d’azzardo.

La storica sentenza di maggio 2018 della Corte Suprema USA ha annullato un divieto federale di lunga data sulle scommesse sportive e ha spianato la strada a tutti gli stati per legalizzare l’attività, se si sentono inclini a farlo. Finora, 14 stati sono stati propensi ad inserirsi nello spazio delle scommesse sportive e molti altri stanno considerando di farlo.

Durante l’Incontro degli Investitori di Scommesse Sportive di NYC, che si è tenuto lunedì scorso, i partecipanti hanno espresso le loro previsioni su cosa ha in serbo il prossimo futuro per le scommesse sportive legali in USA e hanno messo in guardia che non tutti coloro che si addentreranno nel nascente settore in rapida crescita sopravviveranno alla concorrenza e alla pressione degli enormi costi relativi all’acquisizione e fidelizzazione dei clienti.

Secondo Morgan Stanley, che ha sponsorizzato l’incontro di lunedì, il mercato USA genererà circa $7 miliardi in entrate entro il 2025, notevolmente superiori ai $833 milioni del 2019. Precedenti stime della banca suggerivano che le scommesse sportive USA sarebbero potute diventare un settore da $5 miliardi entro i successivi cinque anni.

All’evento, i dirigenti di alcuni dei più importanti protagonisti del settore di gioco d’azzardo USA, inclusi MGM Resorts International, Hard rock International e Mohegan Sun, hanno fatto simili previsioni, dicendo che le scommesse sportive potrebbero generare tra $6 miliardi e $8 miliardi in entrate entro il 2025.

È una Guerra Là Fuori

I partecipanti hanno avvertito che, nonostante le più che promettenti previsioni, non tutti quelli che si sono avventurati o stanno per inserirsi nelle scommesse sportive USA riuscirebbero a reclamare una quota discreta del mercato. Molti non riuscirebbero, hanno detto investitori e dirigenti, a non rimanere schiacciati dagli alti costi di promozione di un’attività di scommesse sportive di successo e acquisizione dei clienti in un settore altamente competitivo.

Il Responsabile dell’informazione di PointsBet, Seth young, ha detto lunedì che “è una guerra là fuori” e che “alla fine della giornata ci saranno molte vittime là fuori sulla strada.”

Scott Butera, Presidente del Gioco d’Azzardo Interattivo presso MGM, ha aggiunto che il mercato sta crescendo rapidamente in termini di entrate, “ma è un mercato davvero arduo” e che anche se tutti vogliono una fetta della torta delle scommesse sportive USA, “vedremo qualche scossone.”

MGM ha formato lo scorso anno una joint venture per le scommesse sportive con il gruppo di gioco d’azzardo, con sede nell’Isola di Man, GVC Holding per inserirsi nel mercato di scommesse sportive USA.

I partecipanti hanno detto lunedì che almeno 10 nuovi operatori di scommesse sportive potrebbero entrare nel settore nei prossimi anni.

I partecipanti all’incontro hanno sottolineato un ostacolo importante che potrebbe compromettere l’ancora più veloce crescita delle scommesse sportive USA. Tanti clienti hanno trovato difficoltà nel depositare fondi nei loro conti, dato che molti importanti emittenti di carte di credito rifiutano di elaborare transazioni di gioco d’azzardo.

Commentando questo argomento, Kresimir Spajic, SVP e MD di Gioco d’Azzardo Online e Scommesse Sportive presso Hard Rock, ha sottolineato che in Europa circa l’80% di tutte le transazioni di scommesse sportive è finanziato tramite carte di credito, rispetto a circa il 30% negli USA.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit