Sportradar Nega le Accuse di Legami con la Mafia Italiana

Il fornitore di tecnologia di scommesse e dati sportivi, Sportradar, venerdì ha negato “fermamente” le accuse fatte dall’organo d’informazione commerciale Business Insider Italia, che lo collegavano ad attività di gioco d’azzardo online illegale sul territorio dell’Italia con la mafia locale.

In un comunicato pubblicato sul suo sito web ufficiale, l’importante fornitore del settore ha rigettato qualsiasi coinvolgimento nella fornitura illegale di servizi di scommesse sportive e ha dichiarato che le accuse sollevate erano “scorrette, false e diffamatorie.”

In un ampio rapporto pubblicato da Business Insider Italia il 30 ottobre 2019, l’organo d’informazione commerciale ha specificato che Sportradar e la sua controllata Betradar erano accusate di collegamenti con operatori di scommesse sportive con sede a Malta che fornivano servizi di scommesse in Italia senza essere stati autorizzati a farlo dall’ente regolatore di gioco d’azzardo del paese, Agenzia delle dogane e dei Monopoli (ADM).

Le accuse contro il fornitore tecnologico di scommesse sportive sono emerse in relazione alle indagini Galassia in corso in Italia. Lo scorso anno, le autorità italiane hanno lanciato una massiccia repressione su una serie di attività di scommesse illegali, che si ritenevano riconducibili ad oscure società con sede a Malta e Curacao, che, a loro volta, erano presumibilmente gestite dalla mafia italiana.

Sportradar è il principale distributore di dati dei campionati di calcio italiani di Serie A, B, C e D. Tuttavia, secondo Business Insider Italia, la società stava anche fornendo una gamma dei suoi servizi a operatori di gioco d’azzardo illegali che secondo i rapporti gestiscono un giro d’affari annuale di circa €4 miliardi.

Sportradar Nega Fervidamente le Accuse

Nel suo comunicato, Sportradar ha sottolineato che “agisce e ha sempre agito in totale conformità con le norme locali e internazionali, i requisiti legali e gli enti regolatori, e che non è stato mai coinvolto in nessuna delle attività illegali a lui imputate.”

La società ha continuato dicendo che il recente articolo conteneva informazioni imprecise e mal rappresentava il suo lavoro sia nel mercato di gioco d’azzardo italiano che in quelli mondiali. Sportradar ha inoltre sottolineato che “rigetta totalmente” il contenuto dell’articolo e che prende molto seriamente le accuse, e sta considerando di intraprendere un’azione legale per “proteggere la sua attività e reputazione.”

Sportradar continua a perseguire opportunità di espansione nel redditizio mercato di scommesse sportive USA. La società ha innanzitutto aperto l’attività in USA un paio di anni fa, ma l’eliminazione dello scorso anno del divieto federale di lunga data sulle scommesse sportive ha creato nuove opportunità che hanno permesso di accrescere ulteriormente la sua quota di mercato in questo mercato chiave.

Negli USA, Sportradar è un socio ufficiale di tutte le quattro maggiori leghe: NFL, NBA, MLB e NHL.

La società ha annunciato lo scorso agosto di aver ampliato la sua collaborazione con la NFL, che era stata originariamente creata nel 2015. Secondo il nuovo accordo, Sportradar è ora in grado di distribuire “dati ufficiali in tempo reale partita per partita [NFL]” alle ricevitorie in tutti gli USA e nel resto del mondo nelle giurisdizioni dove le scommesse sportive sono legali. In più, Sportradar offre un monitoraggio dell’integrità per la lega di football, per aiutare a tracciare l’attività di scommesse per tutte le partite di NFL che si tengono prima, durante e dopo la stagione regolare e individuare qualsiasi schema sospetto di scommesse.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit