La Commissione Corse dell’Arkansas Riapre il Processo di Richiesta di Casinò della Contea di Pope

La Commissione Corse dell’Arkansas ha riaperto all’inizio di questa settimana il processo per le richieste di licenza per lo sviluppo in piena regola di un resort con casinò nella Contea di Pope.

L’iniziativa arriva una settimana dopo che il Giudice della Contea, Ben Cross, e il Quorom Court hanno inviato una lettera di sostegno alla proposta presentata da Cherokee Nation Businesses per un resort con casinò da $225 milioni, appena a nord di Russellville e dell’Interstatale 40.

A giugno, la Commissione Corse aveva respinto tutte le cinque richieste che aveva ricevuto, dicendo che nessuna delle richieste aveva ottenuto lettere di sostegno dal giudice della contea e dai funzionari locali. L’ente regolatore ha sottolineato inoltre che riaprirebbe il processo di richiesta non appena il giudice cross e i giudici di pace votassero su una proposta di casinò.

Gli elettori dello stato ha approvato durante un voto dello scorso novembre la legalizzazione del gioco d’azzardo in stile casinò e lo sviluppo di due nuovi casinò nelle contee di Pope e Jefferson. Tuttavia, ai sensi dell’Emendamento 100, la legge sull’autorizzazione per i casinò, qualsiasi richiesta di licenza sottoposta alla Commissione Corse deve essere avallata da funzionari della contea.

Con il processo di richiesta che ora sta per essere riaperto, gli sviluppatori interessati avranno tempo fino alle 17:00 del 18 novembre per presentare le loro proposte alla Commissione Corse.

Nel fornire maggiori dettagli sul rilancio del processo di richiesta, il Portavoce del Dipartimento delle Finanze e dell’Amministrazione, Scott Hardin, ha detto che “a causa del vantaggio concorrenziale che si potrebbe creare da un ampia comunicazione prima della chiusura del periodo per la richiesta, le richieste non saranno rese pubbliche fino al 18 novembre.”

Il sig. Hardin ha aggiunto che se la commissione riceverà una richiesta, “sarà condotta una verifica approfondita dai commissari per assicurare che i requisiti dell’Emendamento 100 siano soddisfatti.” Se si riceveranno più richieste “la commissione dovrà valutare diversi fattori in ogni richiesta per determinare la più adatta per la Contea di Pope” e lo stato.

Controversia

Cinque richieste sono state presentate alla Commissione Corse durante il precedente periodo di richiesta, provenienti da Gulfside Casino Partnership, Cherokee Nation Businesses, Warner Gaming, in collaborazione con Hard Rock International, Choctaw Division of Commerce e Kehl Management.

Di tutti e cinque, solo Cherokee Nation Businesses ha detto che avrebbe depositato una richiesta “nell’immediato futuro.”

La società, che è gestita dalla Nazione Cherokee dell’Oklahoma, progetta di costruire il Legends Resort & Casino da $225 milioni. La proprietà presenterà un casinò poco più di 4.600 metri quadrati con 1,200 slot machine e 32 tavoli da gioco, una ricevitoria, un bar sportivo, un hotel da 200 camere, un’area sosta per camper da 100 posti, una struttura all’aperto per concerti dal vivo da 5.000 posti e diversi locali di ristorazione. La società si è associata con il gruppo alberghiero Legends per l’attuazione del progetto.

Tuttavia, la lettera di sostegno dei funzionari locali ha smosso le acque per il processo di richiesta e selezione del casinò della Contea di Pope, causando una grossa controversia che riguardano accuse di irregolarità e azioni legali.

Gulfside ha fatto causa alla Commissione Corse, dopo che l’ente regolatore ha respinto, la scorsa settimana, il suo appello contro il rifiuto di giugno della sua richiesta, includendo le lettere di sostegno ottenuta l’anno scorso dai funzionari uscenti della contea.

La Commissione Corse ha deciso all’inizio di quest’anno che l’avallo per il casinò deve arrivare solo da funzionari in carica. Il Parlamento dello stato ha adottato una legge che stabilisce la stessa cosa. Tuttavia, Gulfside sostiene nella sua denuncia che la norma è incostituzionale, perché l’Emendamento 100 dello scorso novembre non stabilisce quando dovrebbe essere datata la lettera di sostegno.

Warner Gaming e la Nazione Choctaw hanno accusato il Giudice Cross e il Quorum Court di irregolarità e mancanza di trasparenza durante il processo di revisione delle cinque richieste per casinò, che si è concluso con l’avallo all’offerta della Nazione Cherokee.

Il CEO di Warner Gaming, Bill Warner, ha detto all’inizio di questa settimana che la società sarebbe interessata a presentare una richiesta aggiornata purché “possa essere istituito un processo trasparente a condizioni paritarie relativo alla lettera di sostegno della contea.” Il Giudice Cross ha detto la scorsa settimana che non pensa di avallare nessun altro progetto di casinò.

La Contea di Pope ha espresso anche preoccupazioni riguardo al modo in cui è stato condotto il processo di avallo. Gli elettori della Contea hanno respinto a stragrande maggioranza l’Emendamento 100 l’anno scorso e approvato un’ordinanza per cui nessun progetto di casinò potrebbe procedere senza una votazione di tutta la contea.

Lo stesso Giudice Cross ha detto in precedenza che non avallerebbe un progetto di casinò senza l’approvazione degli elettori. Tuttavia, la lettera di sostegno recentemente inviata per il progetto della Nazione Cherokee ha sollevato la questione se il processo di avallo sia stato viziato da irregolarità.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit