Kansspelautoriteit Colpisce il Titolare di Casino.com con una Multa a Sei Cifre… Di Nuovo

Cinque anni dopo la sua prima multa dalla Kansspelautoriteit, a ONISAC viene servita una nuova dose della buona vecchia ira normativa

Il titolare di Casino.com è di nuovo finito nel mirino dell’Autorità per il Gioco d’Azzardo dell’Olanda. La Kansspelautoriteit ha detto martedì che ha comminato una multa di €450.000 alla società di gioco d’azzardo, con sede a Gibilterra, ONISAC Limited per ripetute violazioni della normativa sul gioco d’azzardo olandese.

La recente sanzione finanziaria è stato l’ultimo sviluppo nella lunghissima lite tra l’ente regolatore olandese e ONISAC e la sua consociata Mansion.

In un comunicato di martedì, la Kansspelautoriteit ha detto che la pesante multa riguarda diverse componenti. In primo luogo, ONISAC è stata colpita con €200.000 per essersi rivolta ai clienti olandesi di gioco d’azzardo senza la necessaria autorizzazione a farlo. La multa iniziale è stata raddoppiata a €400.000 per ripetute violazioni della normativa sul gioco d’azzardo dell’olanda.

I restanti €50.000 della multa totale sono stati imposti perché ONISAC ha applicato ai giocatori olandesi quello che la Kansspelautoriteit ha definito come un “ingiusto onere amministrativo.” Ai clienti di gioco d’azzardo olandesi di ONILAC è stato applicato un prelievo del 5% ogni mese se risultavano inattivi per 180 giorni. L’onere partiva da $15 fino ad una soglia massima di $500.

Il prelievo veniva effettuato fintanto che i giocatori avevano fondi nei loro account. La Kansspelautoriteit ha detto nel suo comunicato che le attività di gioco d’azzardo online di ONILAC ha messo i clienti in “un irragionevole svantaggio.”

Casino.com ha smesso di accettare clienti di gioco d’azzardo olandese a settembre 2018 e ha chiuso tutti gli account olandesi il mese successivo.

La Prolungata Lite di Mansion/ONISAC con la Kansspelautoriteit

Come prima menzionato, questa non è la prima volta che ONISAC riceve una bacchettata dell’ente regolatore per essersi rivolta ai giocatori olandesi con i suoi prodotti. Nel 2014, la società e la sua consociata Mansion sono state multate per €150.000 per aver esercitato l’attività in Olanda.

Le società si sono mosse per contestare la sanzione finanziaria presso il Tribunale Distrettuale dell’Aia. In una sentenza di luglio 2017, il tribunale ha dato ragione alla Kansspelautoriteit, affermando che l’ente regolatore era nel diritto di punire la fornitura non autorizzata di servizi di gioco d’azzardo a clienti olandesi.

Mansion e ONISAC hanno impugnato la decisione al Consiglio di Stato, ma quest’ultimo ha appoggiato la causa di Kansspelautoriteit di ricercare e punire gli operatori trasgressori.

Come sottolineato in precedenza, Casino.com ha detto addio al redditizio mercato olandese nell’autunno del 2018. I titolari dell’attività hanno probabilmente pensato che sarebbe stato più ragionevole agire per uscire dall’Olanda per qualche tempo, in attesa del passaggio del Disegno di legge sul Gioco d’Azzardo da Remoto.

L’entrata in vigore del disegno di legge aprirà la strada per la liberalizzazione del mercato del gioco d’azzardo olandese e per la sua apertura agli operatori internazionali. Le società interessate potranno ottenere licenze rilasciate da Kansspelautoriteit e gestire l’attività in un ambiente regolamentato.

Tuttavia, i legislatori olandesi hanno stabilito che gli operatori di gioco d’azzardo che hanno precedentemente violato le norme locali dovranno subire un periodo di fermo di due anni, prima di essere in grado di richiedere una licenza olandese di gioco d’azzardo. Con due multe al suo attivo, ONISAC potrebbe essere potenzialmente tra quegli operatori che sarà costretto a subire i due anni di punizione per essersi rivolto in precedenza ai clienti locali.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit