EGBA Esorta il Portogallo a Bocciare il Regime Fiscale “Discriminatorio” sul Gioco d’Azzardo Online

EGBA richiede una flat tax basata sulle entrate lorde di gioco d’azzardo dato che la popolarità del mercato non regolamentato è in crescita tra gli scommettitori portoghesi

L’Associazione Europea per il Gioco d’Azzardo e le Scommesse (EGBA) sta sollecitando il governo del Portogallo a rivedere il regime fiscale sul gioco d’azzardo della nazione, dato che l’aliquota “discriminatoria” sul gioco d’azzardo online ha compromesso la canalizzazione del giocatore.

Il sollecito di EGBA è arrivato dopo le notizie emerse che il governo del paese dell’Europa meridionale ha formato un gruppo speciale di lavoro che ha il compito di analizzare il mercato regolamentato di gioco d’azzardo del Portogallo e valutare se le attuali norme fiscali hanno bisogno di una revisione.

Il gruppo di lavoro ha avuto un mese per presentare ai legislatori i loro risultati, ma non ci sono state molte informazioni circa i risultati sulla revisione del gruppo ad oltre un mese dal suo inizio e sembra che la revisione debba essere ancora completata.

Secondo la legge sul gioco d’azzardo del Portogallo del 2015, i servizi di scommesse sportive online sono tassati tra l’8% e il 16 % del giro d’affari di scommesse, mentre i giochi di casinò online sono tassati tra il 15% e il 30% delle entrate lorde da gioco d’azzardo.

In un comunicato di lunedì, il Segretario Generale di EGBA, Marteen Haijer, ha detto che il regime fiscale sul gioco d’azzardo online del Portogallo è “discriminatorio perché applica un’aliquota più favorevole ad alcuni operatori, mentre gli altri devono pagare un’aliquota più alta basata su un imponibile più ampio.” Il sig. Haijer a continuato spiegando che le attuali norme fiscali hanno reso la nazione una destinazione meno allettante per le società internazionali di gioco d’azzardo e scommesse online.

L’ente regolatore del gioco d’azzardo del Portogallo, Serviço de Regulação Inspeção de Jogos (SRIJ), ha rilasciato la sua prima licenza, ai sensi del nuovo regime normativo dello stato, a maggio 2016. L’agenzia ha garantito più di 15 licenze da allora.

EGBS ha rilevato che solo uno dei suoi membri – il gruppo francese di gioco d’azzardo Betclic – possiede una licenza in Portogallo, ma che sarebbe maggiormente interessato ad entrare nel mercato locale se il paese agisse per introdurre un regime fiscale “non discriminatorio e più adeguato.”

L’Aliquota Discriminatoria del Portogallo Incide sulla Canalizzazione del Giocatore

Secondo un recente studio della Universidade NOVA de Lisboa e di Qdata, il 75% degli scommettitori portoghesi ha optato per i prodotti offerti dal mercato non regolamentato del paese nel 2018, il 10% in più dall’anno precedente.

Il Presidente dell’Associazione per il Gioco d’Azzardo e Scommesse Online Portoghese – Associação Portuguesa de Apostas e Jogos Online (APAJO) – Gabino Oliveira, ha detto all’organo di informazione locale Dinheiro Vivo che la carenza di strumenti adeguati per la prevenzione della crescita del mercato non regolamentato e di limitazioni che impediscano agli operatori non autorizzati di pubblicizzare facilmente i loro prodotti nei social media, in diversi siti web, o anche sui taxi, è uno dei problemi pressanti che richiede una soluzione urgente.

EGBA ha aggiunto che la canalizzazione del giocatore è stata anche condizionata dalle alte aliquote fiscali e dall’utilizzo del giro d’affari come imponibile per la tassazione i servizi di scommesse sportive online. L’associazione ha suggerito che il Portogallo dovrebbe considerare l’uso delle entrate come base imponibile, allo stesso modo della maggior parte delle giurisdizioni UE, e l’introduzione di un’aliquota piatta per tutti i servizi autorizzati.

I legislatori portoghesi hanno proposto alla fine dell’anno scorso l’introduzione di un’aliquota piatta sul gioco d’azzardo online pari al 25% delle entrate lorde da scommesse. Tuttavia, la proposta non ha guadagnato sufficiente sostegno per entrare in vigore e sostituire l’attuale regime.

Una revisione delle norme sul gioco d’azzardo del paese è attesa da tempo, in quanto il governo in origine aveva promesso che tale revisione della legge sarebbe iniziata esattamente due anni dopo il rilascio della prima licenza. Come prima menzionato, SRIJ ha assegnato la prima autorizzazione per la fornitura di servizi regolamentati agli scommettitori locali a maggio 2016.

Resta da vedere se il governo portoghese cederà alla crescente pressione per i cambiamenti.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit