MassGaming Torchia il CEO di Wynn Resorts nell’Udienza Cruciale

Il CEO di Wynn Resorts, Matthew Maddox, è stato torchiato con domande sulla sua dirigenza e dichiara di non essere a conoscenza dei ricorrenti episodi di abusi sessuali presso la società, durante la seconda giornata dell’udienza di MassGaming.

La fondamentale udienza di tre giorni aiuterà le Commissione per il Gioco d’Azzardo del Massachusetts a decidere del destino del gigante di casinò di Las Vegas nello stato. Il Wynn Resort sta costruendo l’Encore Boston Harbor da $2,6 miliardi nella città di Everett, vicino Boston. La proprietà prevede di aprire i battenti il 23 giugno.

Le due ore di interrogatorio del CEO di Wynn Resorts dinanzi alla Commissione sono state il momento focale della seconda giornata dell’udienza. Il sig. Maddox è stato Presidente della società fino a quando il suo ex capo, Steve Wynn, è stato rimosso dal ruolo di CEO lo scorso febbraio, in seguito alla pubblicazione di un articolo del Wall Street Journal, che riportava in dettaglio una trama ultradecennale di molestie sessuali da parte del magnate di casinò.

Da quando sono emerse le notizie sui molteplici episodi di abusi sessuali che coinvolgono il sig. Wynn e i dipendenti del Wynn Resorts, il sig. Maddox ha sostenuto che non è mai stato a conoscenza di quello che stava accadendo nella società.

Il membro della Commissione, Gayle Cameron, è stata tra i funzionari per il gioco d’azzardo a torchiare il sig. Maddox durante l’udienza con diverse domande importanti circa il modo in cui lo stesso aveva ignorato tutti i campanelli d’allarme che qualcosa stava succedendo.

Cosa dire sulla sua dirigenza?

Durante l’udienza di mercoledì, il sig. Maddox ha detto che, al principio, era stato portato a credere che l’articolo del WSJ fosse parte di una strategia dell’ex moglie di Wynn per il loro divorzio contro l’uomo d’affari e il Wynn Resorts. L’attuale CEO della società ha altresì ammesso che lo stato di negazione in cui si trovava subito dopo la pubblicazione dello scandaloso rapporto, ha offuscato il suo giudizio.

Alla domanda del membro della Commissione Cameron, se credeva che tutte le donne che avevano sollevato accuse di abusi sessuali contro il sig. Wynn stessero mentendo, il sig. Maddox ha detto che, nei momenti di crisi, era una reazione naturale negare tutto.

Il sig. Wynn ha definito le accuse contro di lui insensate, ma ha detto di aver avuto molteplici rapporti consensuali con dipendenti del Wynn Resorts nel corso degli anni.

La signorina Cameron ha insistito con le domande sul perché i dipendenti del Wynn Resorts non avevano parlato con il sig. Maddox riguardo agli episodi di abusi sessuali, mentre lui era Presidente della società. “Cosa dire sulla sua dirigenza, se si ritiene che sia OK che queste cose accadano e lei non ne è mai stato informato,” ha continuato la signorina della Commissione.

Il sig. Maddox ha risposto dicendo che i membri del personale stavano probabilmente tentando di proteggere il sig. Wynn e che l’ultima cosa che avrebbero voluto fare è dirlo a lui, che era noto per essere “un tipo a posto”.
La signorina Cameron ha detto che l’ex Presidente di Wynn Resorts era chiaramente un tipo a posto a cui i dipendenti potevano rivolgersi. Il dirigente ha risposto che il sig. Wynn era il capo dell’operatore di casinò a quel tempo, anche se lui riteneva che la linea di comunicazione sarebbe dovuta essere ben più chiara.

Il sig. Maddox ha detto ai membri della commissione che non era a conoscenza dello scopo e delle vere ragioni dietro ai molteplici accordi tra il sig. Wynn e i dipendenti della società. Uno di questi accordi comprendeva un pagamento da parte del disonorato boss di casinò, pari a $7,5 milioni, alla manicure del Wynn Las Vegas. Altri accordi prevedevano che il sig. Wynn pagasse le dipendenti della spa, alle quali presumibilmente era stato chiesto dal miliardario uomo d’affari di fargli un “massaggio sensuale.”

Alla domanda se il sig. Maddox ha incontrato il personale della spa e del salone di bellezza da quando è diventato CEO di Wynn Resorts, per ascoltarlo e rassicurarlo, il dirigente ha detto di non aver ancora organizzato tali riunioni di gruppo.

L’ultima giornata dell’udienza è prevista per oggi. Tuttavia, una decisione in merito a se al Wynn Resorts sarà concesso di mantenere la sua licenza di casinò nel Massachusetts, sarà probabilmente annunciata tra qualche settimana, in quanto i membri della commissione si stanno preparando a revisionare le informazioni ottenute nel corso degli ultimi tre giorni.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit