Il Connecticut Pensa a Soluzioni per Intralciare il Costante Limbo dei Casinò Tribali

Il Connecticut ha iniziato un dibattito sul disegno di legge che mira a far uscire due tribù dello stato dal limbo che impedisce loro di costruire un casinò a East Windsor

Già nel 2015, i legislatori dello stato avevano dato via libera alla tribù Mohegan e alla tribù Mashantucket Pequot per realizzare in comune un casinò satellite a East Windsor, nel nord del Connecticut, e per frenare la concorrenza del MGM Springfield nel vicino Massachusetts.

Ciascuna delle due tribù, riconosciute a livello federale, gestisce già un resort con casinò nel Connecticut, ma i legislatori e i dirigenti del casinò erano preoccupati dall’impatto del resort con casinò da $950 milioni, del gigante di Las Vegas MGM Resorts International, lanciato l’estate scorsa a Springfield. MGM Springfield è la prima proprietà di questo tipo nell’area e molti ritengono che rappresenti una grande minaccia per i due complessi con casinò del Connecticut.

La creazione di una nuova attività di casinò a East Windsor ha l’obiettivo di trattenere il denaro di gioco d’azzardo e le migliaia di posti di lavoro nei casinò entro i confini dello stato.

Per costruire in comune il previsto Tribal Winds Casinos, ciascuna delle due tribù deve possedere il proprio patto già esistente e modificato con lo stato. Tuttavia, i patti modificati hanno anche bisogno dell’approvazione da parte del Ministero degli Interni USA. Tale approvazione è diventato il maggiore ostacolo ad un’eventuale concretizzazione del progetto.

Ci sono quattro disegni di legge relativi al gioco d’azzardo pronti per questa sessione legislativa del Parlamento del Connecticut, e uno di questi disegni di legge è incentrato principalmente sulla rimozione dell’ostacolo federale che impedisce ai Mohegans e ai Mashantucket Pequots di procedere con il loro progetto.

Lobbismo Potente

La Commissione sulla Pubblica Sicurezza del Connecticut ha tenuto un’udienza pubblica, all’inizio di questa settimana, sui quattro disegni di legge, in cerca di suggerimenti sul futuro del settore del gioco d’azzardo dello stato. Come prima menzionato, uno dei disegni di legge mira a rimuovere la condizione per l’approvazione federale dei patti della tribù modificati con lo stato.

Un secondo disegno di legge, quello sostenuto da MGM Resorts International, richiede la creazione di una procedura concorrenziale che permetterebbe alle parti interessate ad un’asta per il diritto di costruire un resort con casinò completo, piuttosto che un’attività satellite limitata. MGM ha proposto un progetto per lo sviluppo di un complesso di hotel e casinò da $700 milioni sul lungomare di Bridgeport.

Nel frattempo, la tribù Mashantucket Pequot è in attesa del rinnovo del suo patto con il Connecticut, firmato dal Ministero degli Interni USA. L’agenzia governativa federale ha recentemente dato il proprio consenso al rinnovo dell’accordo con i Mohegan. Funzionari delle due tribù ritengono che il Ministero degli Interni ha ritardato la sua decisione a causa del lobbismo ingerente e potente da parte di MGM Resorts International.

Durante l’udienza pubblica di questa settimana, il Primo Consigliere di East Windsor, Robert Maynard, ha detto, come riferito dal Journal Inquirer, che non è sicuro che “MGM voglia realmente costruire un casinò a Bridgeport, ma che voglia rallentare la costruzione del casinò [tribale].”

Le due tribù hanno avvisato che cesseranno di contribuire con una parte delle loro entrate da slot machine allo stato, se non verrà lanciata una procedura d’asta che permetterà alle società fuori dallo stato di gareggiare per una licenza di gioco d’azzardo. I Mohegans e i Mashantucket Pequots hanno collettivamente contribuito, alle casse del Connecticut, con circa $8 miliardi negli ultimi vent’anni.

La legalizzazione delle scommesse sportive è un altro problema del gioco d’azzardo nell’agenda legislativa di quest’anno. Le due tribù dello stato, riconosciute a livello federale, e MGM hanno comunque opinioni contrastanti in materia. I funzionari tribali sostengono che le scommesse sportive sono un’attività che ricade sotto i patti esistenti con il Connecticut e che dovrebbe essere loro garantito il diritto esclusivo di gestire i servizi di scommesse, quando diventeranno legali nello stato.

Altre parti interessate, MGM incluso, richiedono una procedura concorrenziale che apra la strada ad altri operatori di scommesse per prendere parte allo spazio regolamentato del Connecticut.

Degli stati confinati con il Connecticut, il Rhode Island è l’unico ad aver avviato le scommesse sportive. New York prevede di lanciare la prima offerta legale nel corso dell’anno, mentre si ritiene che il Massachusetts stia prendendo in seria considerazione la legalizzazione dell’attività.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit