I Legislatori di Washington Portano le Scommesse Sportive al Tavolo delle Discussioni

L’avversione di Washington verso le scommesse sembra essersi attenuata dato che si è appena unito al gruppo di stati che stanno considerando la legalizzazione delle scommesse sportive

Un disegno di legge volto alla legalizzazione delle scommesse sportive presso i casinò tribali dello stato è apparso in Parlamento alla fine della scorsa settimana e si prepara ad essere discusso alla fine della settimana corrente. Sostenuto dal Presidente del Gruppo di Maggioranza, Eric Pettigrew, il Disegno di Legge della Camera 1975 mira ad autorizzare le scommesse fisiche e da dispositivo mobile, ma entrambe sarebbero permesse solo nelle strutture di gioco d’azzardo tribali, riporta il Seattle Times.

Se l’atto legislativo ottiene il sostegno in Parlamento, rappresenterà la prima importante espansione delle scommesse a Washington, che è stato tradizionalmente molto conservatore su tutto ciò che riguarda il gioco d’azzardo.

La legalizzazione delle scommesse, proposta su diversi sport, arriva parecchi mesi dopo l’abolizione del divieto federale di lunga data sull’attività da parte della Corte Suprema USA. Il storica sentenza ha spianato la strada ai singoli stati per legalizzare le scommesse sportive, se volevano farlo. Sette stati si sono uniti al Nevada nell’offerta di servizi di scommesse su larga scala dalla decisione della SCOTUS, e i legislatori di altri stati stanno discutendo sulla legalizzazione e regolamentazione dell’attività.

Già nel 2015, i legislatori di Washington hanno tentato di legalizzare un’attività associata con le scommesse. Una normativa che autorizzava i fantasport giornalieri e stagionali fu presentata già da allora, ma fu respinta subito dal Parlamento dello stato.

Spianare la Strada alle Negoziazioni

In seguito alla recente presentazione del disegno di legge sulle scommesse sportive, i legislatori di Washington e l’ente regolatore hanno detto ai media locali che, mentre la normativa potrebbe sembrare un po’ troppo restrittiva, non è questo il caso. Chris Stearns, della Commissione sul Gioco d’Azzardo dello stato, ha dichiarato al Seattle Times che le limitazioni del disegno di legge “non sono in realtà tanto grandi” e l’atto non “dice molto”, ma apre la porta alle tribù dello stato per gestire le scommesse sportive “in base a ciò che concordano.”

Il Sig. Stearns ha continuato dicendo che se il disegno di legge HB 1975 ottenesse il necessario supporto in Parlamento ed entrasse in vigore come legge, ci vorrebbe almeno un anno o due prima che le scommesse sportive legali siano avviate nello stato, dato che le trattative tra lo stato e la tribù possono durare un po’ di tempo prima di essere definite.

Come sopra menzionato, l’atto contiene la legalizzazione e regolamentazione delle scommesse allo sportello e da dispositivo mobile, ma solo entro i confini di un casinò tribale dello stato. Il disegno di legge, pertanto, segue la politica da tempo mantenuta da Washington di considerare tutte le forme di scommesse illegali “tranne laddove puntualmente e nello specifico autorizzate e regolamentate.”

La legislazione sulle scommesse sportive si prepara a comparire davanti alla Commissione della Camera sul Commercio e il Gioco d’Azzardo questo giovedì.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit