I Legislatori Slovacchi Votano per Proseguire con la Riorganizzazione del Mercato di Gioco d’Azzardo Online

Il Consiglio Nazionale della Slovacchia ha votato martedì per scavalcare il veto presidenziale sulla nuova regolamentazione del mercato locale di gioco d’azzardo

La Slovacchia è sulla buona strada per adottare cambiamenti alla sua legge sul gioco d’azzardo che riorganizzerà il proprio mercato e permetterà a società di gioco d’azzardo e scommesse online di operare nel paese dell’Europa centrale, riportano gli organi di informazione locale.

Il Consiglio Nazionale del paese ha votato martedì per scavalcare il veto del Presidente Andrej Kiska sulle modifiche proposte alla legge esistente sul gioco d’azzardo. Il Presidente aveva posto il veto sui tentativi a dicembre, dopo che il Parlamento aveva approvato le modifiche agli inizi di quel mese.

La riforma proposta riguarda differenti aspetti del settore del gioco d’azzardo della Slovacchia. In particolare, la stessa mirava a riorganizzare lo spazio di gioco d’azzardo e scommesse online della nazione. Secondo la normativa sul gioco d’azzardo in discussione, gli operatori internazionali e locali di gioco d’azzardo interessati, con sede in altre giurisdizioni d’Europa, potranno richiedere licenze ed operare in un ambiente regolamentato.

Le licenze saranno rilasciate sia per operazioni di casinò che per scommesse online. Attualmente, l’operatore statale di lotteria TIPOS è l’unico ad essere autorizzato a fornire questo tipo di servizi. L’ente manterrà il suo monopolio sui giochi di lotteria online e bingo, dopo che il nuovo regime entrerà in vigore.

L’atto legislativo, che ha spinto per i cambiamenti nel campo del gioco d’azzardo, è stato presentato dal Ministero delle Finanze l’anno scorso. Lo stesso è stato approvato dal Consiglio Nazionale agli inizi di dicembre. Tuttavia, il Presidente Kiska ha posto il veto più aventi nel mese.

Durante il voto di martedì, un totale di 86 legislatori ha supportato una proposta per scavalcare il veto e portare avanti l’attuazione degli emendamenti proposti.

Nelle sue quattro pagine del documento di veto, il Presidente Kiska ha espresso diversi timori riguardanti la riorganizzazione del mercato locale. Uno di tali timori derivava dal fatto che agli scommettitori slovacchi sarebbe stata richiesta la loro Carta di Cittadinanza al momento di registrarsi nei siti web di gioco d’azzardo. Il Presidente Kiska ha detto che, in tal modo, i dati personali dei residenti del paese potrebbero essere a rischio.

Il Nuovo Regime

Secondo gli emendamenti proposti, le società di gioco d’azzardo interessate potranno usufruire di una licenza decennale, con un’opzione di proroga per cinque anni. Una licenza per la fornitura di un singolo prodotto di gioco d’azzardo avrà un costo di €3 milioni, mentre una licenza combinata per la fornitura di servizi di casinò e scommesse costerà €5 milioni.

Le operazioni di gioco d’azzardo online saranno tassate al 22% delle entrate annuali. Agli operatori sarà anche richiesto un contributo addizionale del 0,7% delle loro entrate annuali per un Ufficio per la Regolamentazione del Gioco d’Azzardo, appositamente creato.

Prima del veto presidenziale, il governo aveva individuato il 1° marzo come apertura della procedura di domanda per il casinò online e il 1° luglio per la procedura di domanda per le scommesse sportive online. Resta ancora da vedere se i recenti sviluppi porteranno a dei cambiamenti nella tabella di marcia. È anche importante notare che gli operatori di gioco d’azzardo autorizzati non saranno in grado di avviare operazioni regolamentate in Slovacchia per un altro anno, secondo la riforma proposta.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit