888 Si Avventura in Portogallo con Licenza di Casinò e Poker

888 diventa solo il secondo operatore a cui è stato dato il via libera ad operare con il poker online in Portogallo

L’ente regolatore del gioco d’azzardo del Portogallo, Serviço Regulação e Inspeção de Jogos do Turismo de Portugal (SRIJ), alla fine ha rilasciato una seconda licenza che autorizza la fornitura di poker online ai giocatori locali, come è stato reso noto.

In un comunicato stampa di lunedì, l’ente regolatore ha annunciato che ha concesso una licenza all’operatore di gioco d’azzardo online 888, con sede in Gibilterra. La licenza permette alla società la possibilità di gestire slot online, roulette e diverse varianti di poker.

La licenza è stata rilasciata il 14 gennaio. 888 è pertanto diventato il secondo operatore ad essere autorizzato a operare con il poker online in Portogallo. Il marchio PokerStars, fiore all’occhiello del Gruppo Stars, è entrato nel mercato locale a dicembre 2016 e ha gestito operazioni di poker senza alcuna concorrenza regolamentata per due anni.

In generale, la nuova licenza di 888 è stata la 16^ rilasciata da SRIJ, dalla riorganizzazione del mercato portoghese di gioco d’azzardo. La nuova legge sul gioco d’azzardo del paese è entrata in vigore nel 2015, fornendo un quadro regolamentato che permette agli operatori internazionali e locali interessati di richiedere una licenza dall’ente regolatore del gioco d’azzardo e operare in un ambiente regolamentato e controllato.

Il gruppo francese Betclic Everest è stato il primo ad avviare servizi di gioco d’azzardo online nel nuovo regime. Alla società è stata concessa una licenza nella primavera del 2016 e ha introdotto la sua offerta a maggio di quell’anno. Come prima menzionato, più di 15 licenze sono state approvate per un totale di 10 società di gioco d’azzardo. La maggior parte dei permessi rilasciati autorizza la fornitura di servizi di scommesse sportive agli scommettitori portoghesi.

Liquidità Condivisa

Ora, poiché 888 è entrata nel mercato del gioco d’azzardo online portoghese con la possibilità di operare con il poker online, la società ha anche espresso interesse ad unirsi al progetto di liquidità condivisa del poker online.

La liquidità condivisa è il risultato di un accordo redatto dagli enti regolatori di Francia, Spagna, Italia e Portogallo nel luglio 2017. Mentre l’Italia alla fine è uscita dal progetto, gli altri tre paesi hanno lanciato il progetto lo scorso gennaio, che ha visto PokerStars avviare tavoli condivisi in Spagna e Francia. L’operatore di poker ha aggiunto il Portogallo all’insieme, in un secondo momento lo scorso anno.

Anche Partypoker, l’attività di poker del gigante di gioco d’azzardo GVC Holdings, si è unita al progetto con il lancio di tavoli condivisi in Francia e Spagna a metà del 2018.

Tra i paesi partecipanti, 888 opera anche in Spagna e intende avviare tavoli condivisi per i giocatori spagnoli e portoghesi. Commentando la questione, il CEO Itai Pazner, recentemente nominato, ha dichiarato in un comunicato stampa che tutti loro sono “veramente elettrizzati per l’imminente lancio della rete di poker tra stati europei del gruppo, che raggrupperà i giocatori da tutta la Spagna e Portogallo.” Resta da vedere quando avverrà il lancio.

Nel frattempo, gli enti regolatori di Francia, Spagna e Portogallo hanno emesso, agli inizi del mese, un comunicato congiunto per celebrare il primo anniversario del lancio della liquidità condivisa di PokerStars e per esprimere la loro generale soddisfazione per il progetto.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit