Il Tribunale delle Filippine Emette l’Ordine di Arresto per il Boss di Casinò Kazuo Okada

Il tribunale delle Filippine ordina alla polizia del paese di presentare dinanzi alla corte il magnate giapponese di casinò, Kazuo Okada, per tre accuse di frode

Un tribunale delle Filippine ha ordinato l’arresto del magnate giapponese di gioco d’azzardo, Kazuo Okada, dopo che il Dipartimento di Giustizia del paese ha confermato lo scorso mese le tre accuse di frode sollevate a carico dello stesso. Il tribunale ha emesso l’ordine di arresto venerdì, che è stato reso pubblico domenica, riferisce la Reuters.

Già in dicembre, il DoJ delle Filippine ha emesso una sentenza sulla mozione legale depositata dal Tiger Resort, Leisure and Entertainment, l’operatore del resort con casinò Okada Manila. La sentenza leggeva che il sig. Okada si era appropriato indebitamente di più di $3,1 milioni dalla società. L’agenzia ha inoltre indicato il deposito di tre accuse di frode sollevate a carico dell’osteggiato uomo d’affari.

Il sig. Okada ha tentato di ribaltare la sentenza del DoJ, argomentando che il Dipartimento aveva omesso prove cruciali nella preparazione della sua decisione. In una mozione di 14 pagine, depositata alla fine dell’anno scorso, la squadra legale dell’uomo d’affari ha detto che lo stesso aveva ottenuto l’importo di denaro contestato a titolo di salari per aver servito come CEO del Tiger Resort e come oneri di consulenza per i mesi di aprile e maggio 2017.

Il sig. Okada e la squadra legale ha così contestato la dichiarazione del DoJ che lui avrebbe acquisito il sopra menzionato importo “per errore o frode”.

Il Tiger Resort è una controllata della Universal Entertainment Corp., produttrice giapponese di pachinko, che il sig. Okada stesso ha fondato più di cinquant’anni fa. Nel 2017, il sig. Okada era stato estromesso dalla direzione dell’operatore di casinò filippino dopo le accuse emerse, secondo le quali lo stesso si sarebbe appropriato illegalmente di fondi senza l’approvazione dei suoi colleghi del consiglio d’amministrazione.

Ordine di Arresto

Venerdì, il giudice Rolando How del Distaccamento 257 del Tribunale Regionale della città di Parañaque ha ordinato alla Polizia Nazionale Filippina e all’Ufficio Nazionale di Investigazione di portare il sig. Okada dinanzi alla corte. Non era noto se l’uomo d’affari giapponese si trovava nelle Filippine al momento del rilascio dell’ordine.

Il tribunale locale ha fissato una cauzione di PHP348.000 (circa $6.627) per tutti e tre i capi di accusa che il DoJ aveva confermato nella risoluzione di dicembre.

Nella sua mozione, il Tiger Resort ha detto che l’ex Direttore Operativo della società, Takahiro Usui, ha avallato i pagamenti contestati al sig. Okada. Il sig. Okada ha dichiarato che il sig. Usui era stato autorizzato a firmare accordi e relative documentazioni in risposta all’argomentazione del DoJ che l’ex COO non aveva l’idonea autorizzazione a firmare qualsiasi documento senza l’approvazione del consiglio d’amministrazione.

Secondo quanto riportano i media locali, il giudice How ha emesso venerdì anche un ordine per l’arresto del sig. Usui.

Il sig. Okada è stato trattenuto a Hong Kong nell’agosto 2018 per accuse di corruzione. L’uomo d’affari, in quella occasione, aveva dovuto consegnare il suo passaporto dopo un interrogatorio con la Commissione Indipendente Contro la Corruzione di Hong Kong, nota per essere l’ente regolatore anti-corruzione della città.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit