Lo Sviluppatore Potrebbe Iniziare i Lavori sul Resort da €8 Miliardi nei Pressi di Atene per la Fine del 2019

La parte di casinò del resort integrato da €8 miliardi si ritiene tra le ragioni principali dei recenti rinvii dell’inizio del progetto

L’inizio lavori del resort integrato da €8 miliardi nell’ex Aeroporto Internazionale Ellinikon nei pressi di Atene, Grecia, potrebbe essere rinviato alla fine del 2019, secondo gli organi di stampa greci. Si ritiene che ostacoli e problematiche di diversa natura, incluse le negoziazioni in corso sulla parte del casinò della proprietà, stiano ritardando l’inizio dell’ambizioso progetto.

Recenti notizie dei media locali hanno insinuato che lo sviluppatore Lamda Development era pronto ad iniziare i lavori di costruzione immediatamente. In risposta a questo, la società ha rilasciato un comunicato lunedì, affermando che:

Queste dichiarazioni non prendono in considerazione né la legislazione normativa generale, né le condizioni preliminari contrattuali, in quanto risultano dai contratti tra la Società e lo Stato. Lo sviluppo del progetto Hellinikon inizierà con l’adempimento di tutti i termini contrattuali pendenti, che sono un prerequisito per il trasferimento delle azioni della “Hellinikon S.A.” dallo Stato alla Società.

La Lamda era stata selezionata come sviluppatore favorito del resort integrato multimiliardario. Come menzionato nel suo comunicato, la società deve ancora assumere la proprietà della parte del terreno dove verrà situato il complesso. Il trasferimento delle azioni dallo stato alla società sviluppatrice è parte del programma di privatizzazione della Grecia, che il paese ha siglato nel 2010 in base alle sue soluzioni di salvataggio.

Quanto al comunicato di cui sopra, la Lamda può solamente procedere con il progetto nel momento in cui tutti i termini contrattuali sono soddisfatti. Si ritiene che la parte di casinò del resort integrato potrebbe essere tra le ragioni che causano il ritardo.

Il trasferimento delle azioni della Hellinikon dovrebbe essere completato per la fine del primo trimestre del prossimo anno. Tuttavia, con molteplici termini ancora da soddisfare e negoziazioni ancora da finalizzare, il processo potrebbe essere rallentato.

Il Casinò Rinvia l’Inizio della Costruzione

Il resort integrato Hellinikon è predisposto per un casinò da €1 miliardo, tra altre strutture. Una serie di società internazionali hanno finora espresso interesse nella costruzione e gestione della parte del resort dedicata al gioco d’azzardo, ma secondo notizie più recenti, i giganti americani del gioco d’azzardo e alberghiero Caesars Entertainment Corp., Hard Rock International, e Mohegan Sun sono considerati i favoriti per la licenza del gioco d’azzardo.

La Commissione del Gioco d’Azzardo Ellenica deve ancora lanciare la procedura d’asta ufficiale per le licenze di casinò. Risulta chiaro che l’ente regolatore sta attualmente discutendo i termini per la licenza e altre importanti questioni in relazione all’attività del futuro locale di gioco d’azzardo.

L’importo in denaro che la Lamda pagherà perché all’operatore di casinò sia consentito di avviare il casinò nel grande resort integrato si ritiene sia uno degli argomenti principali attualmente in discussione tra le società interessate e l’ente regolatore del gioco d’azzardo Greco.

In base a notizie precedenti da parte degli organi d’informazione internazionali, alla Lamda si richiedono €20 milioni l’anno. Tuttavia, altre fonti affermano che lo sviluppatore starebbe in realtà cercando di negoziare per una parte delle entrate di gioco d’azzardo lorde annuali generate dal casinò. Secondo le stime, il casinò Hellinikon potrebbe generare annualmente tra i €200 milioni e i €300 milioni. In base a questo, l’affitto annuale potrebbe arrivare fino a €30 milioni. Alcune fonti ritengono che l’affitto annuale potrebbe essere tra le principali difficoltà per il ritardo dell’avvio della procedura d’asta.

Le parte coinvolte devono ancora determinare il prezzo della licenza di gioco d’azzardo che sarà garantita al migliore offerente. Gli analisti hanno sottolineato che se un operatore di casinò concorda l’affitto più alto e un investimento da €1 miliardo nel locale di gioco d’azzardo, in realtà non dovrebbe essergli richiesto di pagare un onere per la licenza.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit