Erika Stefani mantiene la parola e ritira il disegno di legge che vieta il poker live nei circoli privati

La Senatrice Erika Stefani, recentemente diventata ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie del Governo Conte, ha ritirato il disegno di legge che prevedeva l’esclusione del poker dal vivo dai circoli privati, è quanto è emerso nelle ultime ore nel portale specializzato Assopoker.

Proprio due mesi fa, la Lega Nord ha presentato al Senato una bozza di legge, che conteneva misure legate al contrasto alla ludopatia e alla razionalizzazione dei punti di vendita di gioco. Con ciò è stato riportato nuovamente l’argomento del poker dal vivo: il disegno di legge vietava l’esercizio di poker con vincita in denaro in tutte le sue varianti nei circoli privati.

Prima che il disegno fosse presentato alle commissioni in consultiva, Erika Stefani, che è stata anche prima firmataria della proposta normativa, ha detto in un’intervista ad Assopoker che avrebbe lavorato per l’abolizione del divieto del poker live nei circoli privati. Stefani ha sostenuto che la questione del poker dal vivo era molto complessa e non si poteva regolamentare con una comma in una bozza di legge. L’ex senatrice ha anche ricordato una sentenza della Corte di Cassazione che differenziava i tornei di poker dalle altre forme di gioco d’azzardo.

Nella stessa intervista ad Assopoker, la politica ha dichiarato che se il disegno fosse entrato in commissione, lei avrebbe fatto in modo di eliminare il testo relativo al poker live e ha promesso che la Lega avrebbe affrontato la questione. Stefani ha inoltre detto che l’argomento doveva essere approfondito, nonostante che il governo non avesse messo il poker live al centro della proposta normativa.

Stefani ha mantenuto la parola e, come apprendiamo da Assopoker, salvando il poker al di fuori dei casinò, almeno per il momento. È stato, infatti, eliminato proprio il comma 2 del art.6, secondo cui il gioco di poker non è amesso all’interno dei circoli privati. Un sospiro di sollievo per gli organizzatori dei tornei di poker dal vivo che ora possono tornare ad offrire questi servizi tranquillamente.

La regolarizzazione del poker nei circoli privati

La proposta normativa, firmata da Erika Stefani non è stata il primo tentativo di trattare la questione del poker nei circoli privati. La Corte di Cassazione ha approvato nel 2008 l’organizzazione di tornei di poker in modalità freeze-out di basso buy-in dopo una circolare del ministro Maroni. Nel 2009 i legislatori hanno provato a regolamentare il poker dal vivo con un bando di gara per 1.000 concessioni.

La senatrice dalla Lega Nord, Maria Ida Germontani, ha promosso un emendamento alla normativa vigente (comma 27 dell’articolo 24 della legge n. 88 del 2009) che sosteneva la creazione di un mercato legale nei circoli di poker. Etro il 1° gennaio 2013 doveva essere completato il bando di gara che avrebbe certificato fino a 1.000 punti a offire poker sportivo per un periodo di 9 anni. Le offerte dovevano essere di un valore superiore a 100.000€. Tale emendamento, però, non è entrato mai in vigore e una tale gara non è stata mai completata.

Non è ancora chiaro in quale direzione andrà la regolamentazione del poker, sopratutto in vista alle recente svolte nel settore del gioco d’azzardo. Il Decreto Dignità, recentemente presentato da Luigi Di Maio, ha vietato le pubblicità sui giochi e scommesse in tutte le sue forme e come sembra questo sarà solo l’inizio di un massiccio giro di vite per il settore. Il vice premier ha dichiarato in visita presso la cittadella della carità a Roma ieri, che il divieto delle pubblicità di gioco saranno solo il primo passo e che nell’imminente futuro saranno regolamentati in modo più stringente anche gli orari, la distribuzione delle slot e i concorsi. Non sarà quindi una sorpresa se il governo deciderà di fare altri tentativi a regolarizzare, o addirittura, a eliminare il poker dal vivo dai circoli privati.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit