La nuova legge sul gioco d’azzardo di Malta entra in vigore il 1° luglio quando termina lo standstill della CE

Il nuovo Gaming Act di Malta ha sopravvissuto il periodo di standstill di tre mesi nella Commissione europea e ora dovrebbe entrare in vigore il 1° luglio 2018, secondo quanto riferito dai media locali.

Presentata nel Parlamento maltese la scorsa primavera e introdotta alla CE per una revisione obbligatoria, la nuova legge mira ad abrogare l’attuale sistema di regolamentazione del gioco d’azzardo del paese che concede licenze in varie classi e sostituirlo con un sistema che assegnerà solo due categorie di concessioni: business-to-business (B2B) e business-to-consumer (B2C), a seconda delle attività dei candidati.

Il nuovo Gaming Act è la prima revisione della normativa sul gioco d’azzardo di Malta negli ultimi quattordici anni ed è stato promosso dall’ex Presidente esecutivo della Malta Gaming Authority, Joseph Cuschieri. Il signor Cuschieri è arrivato al comando dell’ente regolatore del gioco d’azzardo dell’isola nell’autunno del 2013. All’inizio di quest’anno, è stato nominato CEO dell’Autorità per i servizi finanziari di Malta e ha lasciato il suo incarico presso l’MGA. È stato sostituito dall’ex Chief Operations Officer della MGA Heathcliff Farrugia.

Oltre a introdurre un sistema di concessioni semplificato, il nuovo Gaming Act di Malta amplia i poteri di regolamentazione e le funzioni di controllo della MGA. L’organismo di regolamentazione sarà quindi in grado e dovrebbe attuare regole e strumenti più rigorosi per contrastare il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e altri flussi finanziari illeciti spesso associati all’industria del gioco d’azzardo.

Quale sarà il futuro dell’industria del gioco di Malta?

Malta è diventata un importante centro di gioco d’azzardo negli ultimi anni, dall’ultima volta quando è stata rivista la sua legge sui giochi. L’industria del gioco d’azzardo della nazione attualmente rappresenta il 12% del suo PIL annuale e dovrebbe crescere nei prossimi anni.

Il nuovo Gaming Act punta a facilitare il processo di fornitura dei servizi di gioco da Malta introducendo un processo di autorizzazione semplificato e dando così un’ulteriore spinta alla crescita del settore del gioco nazionale. La nuova legge mira anche a rendere il regime normativo di Malta in linea con l’attuale panorama di iGaming e la domanda di servizi di iGaming.

Il nuovo regime normativo dovrebbe entrare in vigore dal 1° luglio 2018 per le attività di gioco a distanza e dal 1° gennaio 2019 per le attività fisiche. È anche importante notare che ai sensi delle nuove normative i fornitori di servizi B2B saranno esentati dalle imposte. Quella particolare scritta nella nuova legge maltese mira a trasformare il paese in un centro tecnologico sempre più attraente.

Anche se la nazione insulare è già sede di alcune delle più grandi società di gioco online del mondo, si ritiene che l’incerto futuro post-Brexit di Gibilterra possa costringere gli stakeholder del settore di ridurre la loro presenza nel Territorio oltremare britannico o lasciarlo del tutto a favore dell’apertura o dell’estensione delle loro attività a Malta.

Lo scorso mese è emerso che bet365 intendeva lasciare Gibilterra e trasferire le sue attività a Malta, dove già ha una sede. La società ha negato tali voci confermando i piani di espandere la propria attività a Malta, ma non a scapito delle sue attività a Gibilterra.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit