I due dirigenti di Medialive Casino detenuti nell’ambito dell’operazione Doppio Jack non sono più in arresto

Massimiliano Fullin e Fabio Veglianetti non sono più in arresto, è quanto emerso in una pubblicazione di CalvinAyre ieri. Va ricordato che, lo scorso novembre a seguito dell’operazione Doppio Jack, condotta dalla Guardia di Finanza di Firenze, sono state arrestate 7 persone con accuse in reati di frode e di delinquenza per l’esercizio di giochi d’azzardo illecito. Tra gli arrestati c’erano anche i suddetti due dirigenti del fornitore di soluzioni di casinò live Medialive Limited.

Come menzionato sopra, la vicenda risale allo scorso novembre, quando su richiesta della Procura della Repubblica, 7 persone sono state ritenute responsabili di reati di fronde e attività di gioco illecite. Di conseguenza, sono state sequestrate 14 sale da gioco e beni per il valore complessivo di 8,5 milioni di euro.

L’operazione Doppio Jack è stata avviata dopo le indagini pluriennali delle Fiamme Gialle, che hanno individuato l’esistenza di un’organizzazione criminale composta da 40 persone italiane e straniere, che hanno gestito sale da gioco clandestine. Con l’aiuto di un tecnico informatico collegavano le loro slot machines a un server ubicato a Malta invece di collegarle con i server dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. In tal modo le vincite non venivano rendicontate al Fisco. Secondo le stime, solo per tre delle 24 sale da gioco coinvolte, si tratta di una raccolta di 10 milioni di euro e 6 milioni di preu.

Secondo quanto riportato da Times of Malta, il suddetto server veniva ospitato da un’azienda maltese con sede a Qormi. L’ente regolatore locale, la Malta Gaming Aughority, ha detto che stava seguendo da vicino il caso con la socità associata alla suddetta organizzazione clandestina.

Tra gli arrestati nell’ambito dell’operazione Doppio Jack, c’erano anche due direttori di Medialive Limited, ovvero la società che fornisce servizi di casinò live, autorizzata dalla MGA nel 2007. Come menzionato sopra, si tratta di Massimiliano Fullin e Fabio Veglianetti, che sono entrambi cittadini italiani residenti nell’isola. Fullin è inoltre titolare di una carta d’identità maltese e un permesso di soggiorno a Malta.

Secondo un portavoce dell’ente regolatore citato da Times of Malta, ci sarebbe stata la possibilità di avviare una procedura di decadenza della concessione di Medialive se fosse stata individuata una violazione della legge maltese. Tuttavia, le autorità locali non avevano ancora stabilito una tale violazione.

Intanto, Medialive Limited ha rialsciato una nota in cui si è dichiarata estranea all’operazione Doppio Jack e ha espresso fiducia nel lavoro della Magis. In aggiunta, il fornitore ha confermato che avrebbe continuato a offrire i suoi giochi certificati ai clienti italiani.

Il recente commento di Medialive sul caso

Il portale internazionale CalvinAyre seguiva da vicino il caso con i due dirigenti di Medialive e ha fatto una serie di pubblicazioni in merito. All’inizio di maggio, il Chief Operating Officer di Medialive Limited, Angelo De Gobbi, ha inviato un’e-mail nella redazione del notiziario, insistendo sul fatto che avevano il ‘diritto di rispondere’ alle loro pubblicazioni. Di seguito, il media ha presentato la sua lettera con data 17.05.2018 in cui emergono importanti informazioni sul caso.

Secondo quanto si legge nella lettera, mentre si sta aspettando un’udienza sul caso presso il Tribunale di Firenze, la società ha confermato che i suddetti direttori di Medialive Casino non sono più in arresto. Il COO ha inoltre ringraziato la Malta Gaming Authority per il suo continuo supporto durante tutto il processo.

La MGA ha condotto un’indagine approfondita e una revisione completa delle attività e delle operazioni di Medialive Casino Ltd, e con una lette radel 3 aprile 2018, l’autorità ha confermato che la concessione di gioco della società rimarrà intatta. Nella nota si legge inoltre che l’azienda ha recentemente completato un audit italiano e britannico ‘a pieni voti’.

Infine, il fornitore ha detto che valuta positivamente l’approccio, la regolamentazione e i controlli più approfonditi adottati dalla MGA per tutti i fornitori B2B e gli operatori B2C maltesi, che è un approccio già adottato nel mercato italiano. La società accoglie con favore anche il controllo più approfondito di tutti gli operatori e fornitori italiani di giochi online con licenza a Malta.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit