LeoVegas non cambia i suoi obiettivi finanziari nonostante le modifiche delle normative sul gioco in Norvegia

La settimana scorsa il principale operatore di gioco d’azzardo LeoVegas ha annunciato i suoi obiettivi per il periodo entro il 2020. Ieri la società ha confermato in un comunicato stampa che i suoi target rimangono invariati nonostante le recente vicende circa il mercato regolamentato della Norvegia.

LeoVegas è infatti uno degli operatori che dovranno adattarsi alla nuova legislazione presentata da una coalizione di partiti norvegesi al Parlamento, la Storting, con una serie di misure volte a proteggere meglio il monopolio di Norsk Tipping sulla fornitura di servizi di gioco d’azzardo e a bloccare gli operatori internazionali senza concessione.

Il 19 aprile LeoVegas ha presentato i suoi target di almeno 600 milioni di euro di ricavi e un minimo di 100 milioni di euro di EBITDA nel 2020. La gestione dell’operatore specifica che fissando questi obiettivi è stato tenuto conto che le condizioni di mercato possano cambiare. Secondo i vertici, l’annuncio di ieri sulla proposta al parlamento norvegese è un esempio delle mutevoli condizioni che la pianificazione strategica di LeoVegas ha considerato.

Secondo quanto riporta l’operatore, nel mese di marzo del 2018, il mercato norvegese ha rappresentato il 4,6% dei ricavi complessivi di LeoVegas. L’operatore ha affermato inoltre, che i recenti sviluppi in Norvegia, non avranno un impatto sugli obiettivi finanziari della società.

Gustaf Hagman, CEO LeoVegas Mobile Gaming Group, ha commentato che non ci sono ancora dettagli sulla proposta, ma c’è la possibilità che le condizioni cambino in tutti i settori. Hagman ha detto inoltre, che la Norvegia attualmente non ha un sistema locale di licenze e ha espresso la speranza che il paese si muoverà verso una regolamentazione locale simile a quella della Svezia.

La nuova regolamentazione sul gioco d’azzardo di Norvegia

Il nuovo disegno di legge della Norvegia è stato realizzato congiuntamente dai membri del Partito laburista, del Partito popolare cristiano, del Partito della sinistra socialista e del Partito centrale. La loro proposta ha ottenuto la maggioranza martedì e secondo i media locali i legislatori norvegesi cercheranno di adottare le nuove misure entro il 7 maggio 2018.

Secondo alcuni analisti, l’introduzione della nuova normativa rappresenta una sconfitta per le precedenti misure per la creazione di un sistema di licenze e l’apertura del mercato locale dei giochi e delle scommesse online agli operatori internazionali. Va osservato che il gioco d’azzardo in Norvegia è fornito da due società proprietarie dello Stato – Norsk Tipping, che gestisce la maggior parte dei servizi di gioco legali nel paese, e Norsk Rikstoto, che è responsabile per l’industria delle corse di cavalli.

Con la nuova normativa sarà ampliato il potere dell’autorità di gioco d’azzardo norvegese Lotteri- og stiftelsestilsynet. L’ente regolatore sarà in grado di sanzionare gli operatori di gioco d’azzardo internazionali che violano le norme sul gioco nel paese e che offrono servizi senza concessione. L’autorità potrà anche richiedere relazioni dalle banche per controllare le transazioni delle società di gioco. Inoltre, è previsto un blocco DNS che impedirà ai norvegesi di accedere ai siti di gioco stranieri.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit