I dipendenti del Casinò di Venezia votano al referendum sul contratto di lavoro tra il 29 marzo e il 3 aprile

Le organizzazioni sindacali del Casinò di Venezia hanno fatto progressi a proposito del referendum sul nuovo contratto di lavoro per i dipendenti della casa da gioco, su cui Slc Cgil, Snalc Cisal e Rlc hanno raggiunto una pre-intesa con la proprietà e l’azienda. Sono iniziati quindi i preparativi per il voto che, secondo le ultime noizie riportate da GiocoNews, si terrà tra il 29 marzo e il 3 aprile.

Va ricordato che la suddetta pre-intesa non è stata siglata da Fisascat Cisl, Uilcom Uil, Ugl Terziario e Siam. Tuttavia tutti e sette i sindacati, hanno scritto a Alessandro Cattarossi, coordinatore generale del Casinò, invitando la casa da gioco a inviare a tutte le scriventi organizzazioni sindacali la documentazione approvata il 13 marzo. Se questo non succede, si legge nella nota, il referendum non si potrà svolgere.

Le quattro Ooss non firmatarie del pre-accordo avevano già scritto alla società, chiedendo l’invio del contratto, tuttavia la risposta era stata che avrebbero l’dovuto chiedere ai sindacati che lo avevano firmato.

Secondo quanto riporta GiocoNews, le organizzazioni sindacali si sono riunite per fissare le date e stabilire le modalità del referendum. Secondo quanto si apprende, i dipendenti potranno esprimersi sul contratto di lavoro dal 29 marzo al 2 aprile dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 21, mentre il 3 aprile sarà possibile votare solo la mattina dalle 10 alle 12.

A questo proposito i sindacati hanno chiesto alla società di ‘mettere in distacco’ quelli che fungeranno da scrutatori e previdente, così come i locali per effettuare il voto, le schede elettorali, le urne, i timbri e un PC con l’elenco e liste dei dipendenti, luogo in cui si terranno le urne.

Le difficoltà di raggiungere la pre-intesa

Il 13 marzo 2018, dopo una lunga trattativa Slc Cgil, Snalc Cisal e Rlc sono riusciti a raggiungere con la proprietà e l’azienda la pre-intesa sul contratto collettivo di lavoro per i dipendenti del casinò. Tuttavia, durante le discussioni Fisascat Cisl, Uilcom Uil, Siam e Ugl Terziario hanno lasciato il tavolo, in quanto non consentivano con la clausola relativa ai premi.

Risulta che i premi dovrebbero essere ricalcolati per arrivare a un maggiore equilibrio tra quelli dei dipendenti più anziani e quelli dei lavoratori più giovani. Tuttavia intanto coloro che chiedono il riconoscimento dei premi maggiorati hanno presentato ricorsi in aula.

La clausola ‘pomo della discordia’ tra i sindacati prevede che, in caso di vittoria da parte dei lavoratori, si ridiscuterà l’intera distribuzione di premi in quanto la casa da gioco non può permettersi di sostenere costi così alti. Secondo le stime si tratta di almeno 3 milioni di euro. Questo è stato il motivo principale per cui Cisl, Uil e Ugl hanno rifiutato di accettare la pre-intesa.

È importante inoltre notare che la pre-intesa impegna i sindacati a firmare il Ccal se al referendum vincerà il ‘sì’. Se questo succede, il contratto sostituirà il regolamento unilaterale vigente dal 1° luglio 2017.

Il voto doveva chiudersi il 17 marzo, tuttavia, più tardi è stato reso noto che sarebbe spostato. Fisascat Cisl, Uilcom Uil, Ugl Terziario e Siam hanno spiegato che si tratta di un intervento deciso delle segreterie nazionali. Allora è stato riportato anche che entro decina di giorni i dipendenti della casa da gioco avrebbero potuto esprimere il proprio parere sul contratto.

L’assessore Michele Zuin, ha espresso la propria soddisfazione della pre-intesa, che secondo lui permetterà di dare un futuro alla casa da gioco. Inoltre, l’amministrazione comunale ha accennato che questa sia stata l’ultima possibilità di raggiungere un accordo tra le parti.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit