GVC acquisisce la quota di maggioranza nel principale operatore di gioco georgiano

L’operatore di gioco d’azzardo online con sede nell’Isola di Man GVC Holdings ha dato un’ulteriore spinta alla sua espansione nei mercati regolamentati con un altro accordo di acquisizione. La società ha confermato lunedì che avrebbe acquisito una quota di maggioranza nell’operatore di giochi d’azzardo online georgiano Crystalbet.

Ai sensi dell’accordo, GVC acquisirà una quota del 51% delle attività per il corrispettivo di 41 milioni di euro. Il principale operatore acquisterà il restante 49% nel 2021 per l’importo massimo di 150 milioni di euro.

La mossa si presenta come parte della strategia di GVC di ridurre la sua presenza nei mercati grigi e di estendere la sua portata in giurisdizioni regolamentate e giurisdizioni che stanno per essere regolamentate.

Crystalbet è stato lanciato nel 2011. L’operatore è titolare di concessioni per la fornitura di scommesse sportive online, giochi da casinò e poker nel suo mercato interno. Ha generato ricavi di 34 milioni di euro l’anno scorso e utili al netto delle imposte di 10 milioni di euro. Crystalbet è attualmente il più grande operatore di scommesse sportive online del suo paese ed è il secondo più grande marchio di giochi online, secondo quanto riportato da GVC lunedì.

L’Amministratore Delegato della società con sede nell’Isola di Man, Kenneth Alexander, ha detto lunedì di essere rimasto colpito da quello che il team di gestione di Crystalbet ha conseguito con il marchio finora e che vorrebbero affermarlo come il “leader assoluto” nell’ambiente del gioco d’azzardo online regolamentato della Repubblica di Georgia.

Focus sui mercati regolamentati

L’anno scorso GVC ha annunciato che avrebbe cercato di minimizzare la sua presenza nei mercati non regolamentati. Di conseguenza ha smaltito le sue attività turche per affermare il proprio impegno nei confronti delle giurisdizioni regolamentate.

I ricavi del gruppo basato nell’isola di Man dai mercati grigi hanno rappresentato il 30% dei ricavi complessivi dello scorso anno. Altri principali operatori di gioco d’azzardo, tra cui Paddy Power, si sono ritirati dalle giurisdizioni non regolamentate diversi anni fa, ritenendo queste troppo rischiose.

GVC è nel mezzo di un altro accordo di acquisizione. L’anno scorso, la società ha accettato di acquistare il bookmaker britannico Ladbrokes Coral in un accordo che potrebbe essere valutato a circa 4 miliardi di sterline, a seconda dell’esito della revisione del governo britannico nei confronti delle altamente controverse macchine da scommesse a quote fissa.

Ladbrokes Coral, che è stata costituita nel 2016 tramite l’acquisizione di Ladbrokes e Coral, è stata contattata da GVC in diverse occasioni, ma solo alla fine del 2017 il principale operatore ha acconsentito a fare un accordo.

Il bookmaker è il più grande gestore di centri scommesse in tutto il Regno Unito e l’incombente giro di vite sulle FOBT, con cui la quota massima su quelle potrebbe essere tagliata a 2£ da 100£, colpirebbe in modo significativo la sua redditività. Collaborando con una società con una forte presenza nel settore digitale dell’industria del gioco d’azzardo, Ladbrokes Coral cercherebbe di compensare le perdite subite dalle proposte modifiche normative.

L’acquisizione è soggetta a revisione da parte dell’Autorità della concorrenza e dei mercati (Competition and Markets Authority) del Regno Unito e dovrebbe essere chiusa entro la fine del 2018, creando così uno dei colossi dell’industria del gioco d’azzardo globale.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit