Si sciopera al reparto Blackjack del Saint Vincent Resort & Casino

La Delegazione giochi americani presso Saint Vincent Resort & Casino ha dichiarato ieri uno sciopero del reparto Blackjack dalle ore 18:00 alle ore 20:00 e dalle ore 01:00 a fine turno, riporta GiocoNews. Come motivi della protesta sono stati indicati il mancato rispetto degli accordi stipulati con la società e soggetti a referendum tra i lavoratori, le strategie aziendali riferite al rilancio e al marketing, la riorganizzazione, le corrette relazioni sindacali, le relazioni interne tra l’amministrazione e la delegazione.

Nella comunicazione, la Delegazione si è dichiarata preoccupata per il futuro del casinò e dei suoi lavoratori, dati gli scarsi risultati ottenuti che, secondo loro, hanno dimostrato ancora una volta l’inefficienza dell’amministrazione della società e i limiti del piano industriale.

Va ricordato che la casa da gioco ha chiuso il mese di gennaio con ricavi di 4,87 milioni di euro, secondo i dati riportati da GiocoNews. In confronto, nello stesso periodo del 2017 il casinò ha registrato 5,1 milioni di euro (in calo del 23,46% rispetto al 2016). Una notevole flessione del 23,66% è stata osservata nel comparto dei giochi da tavolo. I ricavi da blackjack hanno subito una contrazione dell’81,25%, la roulette francese del 63,12%, la roulette americana del 19,73% e la fair roulette del 7,55%.

Sono numerosi i problemi che il casinò deve affontare dal punto di vista finanziario. A questo proposito, azienda, sindacati e proprietà hanno fissato una riunione per la mattina di 22 febbraio per discutere la situazione difficile in cui si trova la casa da gioco. Proprietà e azienda dovrebbero dare un riscontro sugli incontri che hanno fatto con le banche riguardo i finanziamenti. Dovrebbero essere trattati anche altri temi, quali le isponesioni, le fideiussioni da attivare, nonché le modifiche alle specifiche da parte della proprietà che consentono le ipoteche sulle attività ‘no core’.

Le indagini sui finanziamenti al Casinò da parte della Regione

All’inizio del mese, è stato annunciato che dopo due anni di lavoro il Nucleo di polizia economico-finanziaria di Aosta ha concluso le inchieste sulla gestione della società che amministra la casa da gioco valdostana Casinò de la Vallée Spa. Al centro delle indagini è stata l’ipotesi di falso in bilancio e truffa ai danni dello Stato contestati al management e al collegio sindacale in carica nel periodo 2012-2015.

La Guardia di Finanza, insieme la Procura Regionale della Corte dei Conti e la Procura della Repubblica di Aosta hanno comunicato in una nota di aver citato in giudizio 22 persone – 21 membri del Consiglio regionale е della Giunta e 1 membro superiore della struttura burocratica regionale. Sono state inoltre concluse le indagini contro 8 amministratori del casinò e assessori regionali pro tempore alla Finanza, al Bilancio e al Patrimonio della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Le Fiamme Gialle hanno stabilito un danno causato ai fondi pubblici della Regione di circa 140 milioni di euro, ricavati dagli importi approvati dall’autorità politica con varie modalità al casinò, nonostante i molteplici segnali di crisi strutturali. Si tratta di quattro risoluzioni per il finanziamento di capitale a partire da 50 milioni di euro approvati il 20 luglio 2012 e tre trasferimenti successivi – uno da 10 milioni del 20 settembre 2013, 60 milioni del 23 ottobre 2014 e 20 milioni del 10 dicembre 2015.

Come riportato dal procuratore Roberto Rizzi, la cifra non comprende i versamenti più recenti, cioè quelli legati al piano di ristrutturazione elaborato tra marzo e maggio 2017 dall’attuale amministratore unico Giulio Di Matteo e dai suoi consulenti. Il piano in questione prevede il rifinanziamento della casa da gioco attraverso un incremento del capitale da 20 milioni di euro.

Di Matteo ha commentato che secondo lui è evidente che non si sta discutendo il loro piano di ristrutturazione. L’amministratore ha inoltre detto che prima di approvarlo, hanno posto una serie di problemi che hanno dovuto affrontare insieme ai consulenti, tra cui anche la questione degli aiuti di Stato per cui hanno effettuato controlli specifici con riunioni con esperti.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit