Winamax lancia i tavoli da poker online condivisi entro i prossimi due mesi

L’operatore di poker online francese Winamax avrà bisogno di circa due mesi per aderire al progetto della liquidità condivisa online dell’Europa occidentale. La sala da poker è attualmente autorizzata ad operare nel suo paese d’origine e ha recentemente ottenuto il via libera da parte del regolatore del gioco d’azzardo locale, ARJEL, per condividere liquidità nei paesi che partecipano al programma.

Winamax ha già richiesto la concessione necessaria per operare in Spagna, ma l’autorità di regolamentazione del paese, DGOJ, non l’ha ancora emessa. L’operatore francese si è assicurato la presenza in Italia, attraverso l’acquisizione della concessione esistente del sito di gioco d’azzardo online bet-at-home. Sta anche aspettando l’approvazione per entrare in Portogallo. PokerStars è l’unico operatore autorizzato nel mercato del poker portoghese da oltre un anno.

Tuttavia, lo scorso venerdì la Gazzetta Ufficiale portoghese ha pubblicato gli standard tecnici relative alla liquidità condivisa, il che significa praticamente che gli operatori con concessione locale possono fondere i propri pools di giocatori portoghesi con quelli negli altri paesi partecipanti. Si ritiene che SRIJ, il regolatore del gioco d’azzardo portoghese, accoglierà ulteriori operatori al mercato locale. Winamax e partypoker hanno già manifestato interesse per l’ambiente del poker portoghese. Resta da vedere se anche 888poker, un altro importante operatore di poker, si dimostrerà disposto a espandere la propria presenza in Portogallo.

Riguardo al momento in cui Winamax sarà in grado di fondere i suoi pool di giocatori, Emilio Domingues dal sito di formazione di poker in lingua spagnola EducaPoker ha detto su Twitter che le procedure burocratiche probabilmente ritarderanno il lancio della sala da poker negli altri paesi partecipanti. Tuttavia, l’operatore francese dovrebbe comunque iniziare a lanciare tavoli da poker condivisi in Spagna e Francia entro i prossimi due mesi.

Una volta che l’Italia avrà pubblicato le proprie norme tecniche, anche Winamax potrà avviare le proprie attività nel nostro paese e fondere il proprio pool italiano con quelli degli altri paesi partner nel progetto della liquidità condivisa.

PokerStars e la liquidità condivisa

Sembra che nei prossimi mesi la più grande poker room del mondo sarà l’unico partecipante al progetto della liquidità condivisa. PokerStars ha lanciato i tavoli franco-spagnoli a gennaio. La sua rete PokerStars Europe è diventata rapidamente la terza più grande in termini di volumi di cash game e una delle più grandi in termini di traffico in generale.

Al momento della scrittura, ci sono 12.758 giocatori online su PokerStars Europe. Ben 683 di loro stanno giocando a cash games. Il picco nelle ultime 24 ore si attesta a 4.983 giocatori di cash game.

Non è ancora chiaro quando esattamente PokerStars aprirà la sua rete ai giocatori portoghesi ora che il paese ha ufficialmente aderito al progetto della liquidità condivisa. Tuttavia, considerando il fatto che ha lanciato i suoi tavoli franco-spagnoli proprio il giorno in cui la Spagna ha autorizzato la liquidità condivisa attraverso una pubblicazione sulla sua Gazzetta Ufficiale dello Stato, l’operatore sarà probabilmente altrettanto veloce di includere i giocatori dal Portogallo.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit