Saint-Vincent Resort & Casino sospende tre bandi esterni in attesa di ulteriori approfondimenti da parte della Regione

Venerdì scorso si è svolto un incontro durato oltre due ore tra rappresentanti sindacali e delegati del Saint-Vincent Resort & Casino in cui l’amministratore unico Giulio di Matteo ha deciso di sospendere i tre bandi scaduti a fine dicembre, con cui era stato deciso di esternalizzare certi servizi e attività di rilancio della casa da gioco. Si tratta dei bandi sulle slot, sull’online live e su marketing.

La proprietà del resort, cioè la Regione Valle d’Aosta, ha chiesto alla società di gestione di sospendere le procedure di contrattualizzazione seguenti l’assegnazione dei tre bandi scaduti lo scorso dicembre.

Secondo quanto apprendiamo da Valledaostagloca la decisione della sospensione è stata presa da Giulio di Matteo alla riunione del 12 gennaio tra rappresentanti sindacali da Cisl VdA, Savt, Cgil Vda e Uil, l’assessore alle Partecipate Renzo Testolin, il governatore Laurent Vierin e i vertici aziendali.

Il segretario della Cisl Jean Dondeynaz ha spiegato che l’incontro è stato fortemente richiesto dai sindacati per capire se c’è un margine di miglioramento nel budget che è sempre in passivo e per avere un quadro chiaro sui bandi con cui Casino Spa aveva affidato la campagna pubblicitaria e di marketing alla nuova società esterna De Vere Concept srl, nonché l’organizzazione di live slots. La suddetta azienda è stata fondata a novembre ed è operativa da poco più di un mese.

La preoccupazione dei sindacati, è derivata dalla crescente percentuale negativa delle chiusure di bilancio, così come dal fatto che i bandi esterni, sopratutto quello relativo alla pianificazione e alla realizzazione di eventi e gestione pubblicitaria per il rilancio della casa da gioco, non erano abbastanza chiari per quanto riguarda il piano di organizzazione e i reali benefici.

Laurent Viérin parla della sospensione dei bandi

Più tardi è stato reso noto dal Presidente della Giunta, Laurent Viérin, che proprio la Regione della Valle d’Aosta, che possiede il 99% del casinò, ha chiesto alla società di gestione di sospendere i bandi. Secondo quanto riportato da Valledaostagloca, la sospensione è voluta in attesa di vedere se sono effettivamente compatibili con il loro desiderio di rilanciare senza esternalizzare tout court le funzioni del casinò.

Laurent Viérin ha inoltre annunciato che questo sarà verificato da partre della proprietà nei prossimi giorni. Inoltre, la settimana successiva si terrà un altro incontro per decidere quali azioni seguire e ‘andare nell’ottica del rilancio’.

Alla riunione è stata affrontata anche la questione che riguarda gli aspetti finanziari del casinò. A questo proposito, Viérin ha detto che dopo l’approvazione del bilancio hanno dati oggettivi sui quali nei prossimi giorni l’azienda e la proprietà e si confronteranno per verificare la performance e soprattutto per chiedere che ci siano rassicurazioni di come si evolveranno il rilancio e le entrate relative.

Secondo quanto riportato da GiocoNews il prossimo incontro, che stavolta sarà ‘a tavolo unico’, è stato fissato per martedì 23 gennaio.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit