L’Ex Rep. USA Ron Paul Critica la Proposta di Divieto Federale del Gioco d’Azzardo Online in un Articolo Opinionistico

L’ex politico USA Ron Paul ha recentemente scritto un articolo opinionistico per il notiziario della Pennsylvania PennLive, dichiarando che un divieto federale sul gioco d’azzardo violerebbe “i principi di federalismo” e minaccerebbe “i diritti costituzionali di tutti gli Americani”.

Il Sig. Paul è un ex Rappresentante USA e candidato alla presidenza nel 2008 e 2012. È anche noto come strenuo ed estremamente critico oppositore di ogni limite imposto al potere legislativo di uno stato nel decidere su una questione normativa o un’altra e portavoce dell’idea di un potere federale limitato su questioni legislative che dovrebbero essere decise individualmente dagli stati.

È importante notare in proposito che l’ex politico è stato anche tra quelli che si sono opposti al Restoration of America’s Wire Act (RAWA), movimento che è emerso con l’introduzione della legge nel 2014.

L’Ultimo Articolo Anti-RAWA

Il Sig. Paul è rimasto fermo sulla sua posizione per cui gli stati individuali dovrebbero mantenere il loro potere sulla legalizzazione e regolamentazione dei servizi di scommesse online entro i loro confini. In quest’ultimo articolo sulla questione, egli ha evidenziato che il Congresso USA ha in programma di riprendere il lavoro dopo la sua pausa estiva, il che significa che si inizierà a discutere sul Progetto di Legge di Stanziamenti per l’anno fiscale 2018.

Come ha riferito il Casino News Daily in luglio, il Rep. Charlie Dent, un noto oppositore dell’iGaming, potrebbe tentare di inserire il RAWA o altri provvedimenti normativi simili negli Stanziamenti. Nella sua opinione su PennLive, il Sig. Paul ha precisato che risulterebbe come un ulteriore favore speciale dai politici USA verso “particolari interessi di potere”.

Si può dire con quasi piena certezza che l’ex politico si riferiva, sebbene in modo implicito al magnate di casinò di Las Vegas Sheldon Adelson, il quale da tempo richiede un divieto federale per il gioco di scommesse online ed è anche tra i maggiori finanziatori del GOP ormai da anni.

In un precedente articolo sull’argomento, il Sig. Paul ha sottolineato che il Sig. Adelson ha chiaramente tentato di usare la sua influenza politica per “far passare i suoi concorrenti online per criminali”. È importante notare che l’uomo d’affari è CEO e Capo del Las Vegas Sands, uno dei più grandi sviluppatori e operatori di proprietà di casinò reali al mondo.

È comunque ancora da vedere se i discorsi anti-giochi di scommesse online inizieranno nell’ambito delle discussioni sugli Stanziamenti. Tuttavia, il Sig. Paul ha puntualizzato che il fatto che i sostenitori del RAWA stiano tentando di spostare la normativa sulla Proposta di Stanziamenti più ampi vuol dire che sono ben consapevoli che le loro argomentazioni contro l’iGaming probabilmente non guadagneranno molto sostegno da parte del pubblico.

Riguardo il RAWA

Come sopra menzionato, il RAWA venne introdotto nel 2014 dai Senatori Lindsay Graham e Marco Rubio. Parlando in generale, la proposta di legge richiede l’implementazione di un divieto federale sul gioco di scommesse online. E se il divieto venisse eventualmente implementato, questo significherebbe che la fornitura di servizi di giochi online sarà proibita anche nel Delaware, Nevada e New Jersey, dove attualmente l’iGaming è legale.

Sebbene ci sia un numero di proponenti piuttosto persistenti, tra cui politici e azionisti della potentissima industria dei casinò, il RAWA non ha fatto alcun progresso legislativo importante. Ha avuto diversi dibattimenti negli anni passati, ma niente di più.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit