Federico Butteroni – il secondo player italiano a qualificarsi al tavolo finale del WSOP Main Event

Nato a Roma nel 1990, Federico Butteroni è uno dei giovani giocatori italiani che meritano di essere prestati un po’ di attenzione. Il player è noto come il secondo azzurro dopo Filippo Candio, che si è qualificato al tavolo finale del Main Event delle WSOP 2015 e continua a partecipare agli eventi delle serie in cerca di altri notevoli successi.

Il player romano ha debuttato sulla scena del poker alla fine del 2010, quando si è piazzato 15esimo al Main Event dell’IPT a Sanremo, portando a casa 5.000€.

Diversi anni fa, Federico ha lasciato i confini del nostro paese e si è trasferito in Australia. Lontano dalla patria, il giocatore ha avuto la possiblità di sviluppare le proprie abilità di poker e nel 2014 ha preso parte ad alcuni tornei australiani. A maggio è arrivato secondo a un torneo da 330A$ ai 2014 Crown Casino Perth Recurring Tournaments incassando 3.500A$ e a giugno è stato runner-up di un torneo delle Sapphire Series Poker Challenge per 6.740A$.

Federico Butteroni alle WSOP 2015

Nel 2015, dopo un incasso all’IMOP Rozvadov, Butteroni si è recato agli Stati Uniti per prendere parte alla 46esima edizione delle WSOP. É stata una decisione che gli ha portato un grande successo, in quanto il giocatore è riuscito ad entrare nella storia del poker italiano come il secondo player a qualificarsi al final table del Main Event.

Prima di ciò, però Federico ha realizzato un incasso al $1.500 No Limit Hold’em Monster Stack. L’azzurro ha chiuso il torneo in 20esima posizione per un premio di 45.633$. Poco dopo, ha vinto un torneo da $235 dei Rio Daily Deepstacks 2015 per la prima moneta di 31.756$.

A 25 anni, con 1 solo incasso precedente alle WSOP e un bankroll totale di vincite di 103.006$, Federico Butteroni si è iscritto al Main Event delle serie. Al torneo hanno preso parte 6.420 entries, che hanno creato il montepremi straordinario di 60.348.000$. Meno di un sesto di loro hanno incassato un premio in denaro.

È difficile immaginare un torneo del genere finché non si vede da soli. Il giocatore romano ha fatto sognare tutti gli appassionati del poker italiano, qualificandosi da un Day all’altro e infine è arrivato al tavolo finale – uno slancio, sostenuto anche dal coaching di uno dei migliori poker pro del mondo Phil Hellmuth.

La sua presenza in sala è stata notata da tutti i partecipanti e gli spettatori. In effetti il player si è fatto un nome per le sue celebrazioni emozionali quando vinceva le mani chiave.

È entrato nel tavolo finale come short stack, ammettendo che probabilmente non avrebbe potuto fare il suo meglio, in quanto è un giocatore che preferisce i cash games. In effetti, il player teneva 6.200.000 gettoni all’inizio del final day, un importo dieci volte inferiore rispetto a quello del chip leader e futuro vincitore Joe McKeehen (63.100.000).

Quest’ultimo è riuscito a trionfare all’evento, aggiudicandosi il primo premio di 7.683.346$. Il nostro connazionale ha chiuso il torneo in ottava posizione, incassando 1.097.056$, scrivendo un’altra pagina nella storia del poker italiano.

Gli anni dopo il tavolo finale del WSOP 2015 Main Event

Il player non è mai riuscito a superare il suo successo dalle WSOP 2015, ma ha continuato a partecipare a diversi tornei in cerca di ulteriori sfide.

Ha chiuso il 2016 con 61.150$ di vincite. A giugno si è presentato alle WSOP ed è arrivato ai premi in 8 tornei per un totale di circa 40.000$. Di nuovo ha preso parte al Main Event, ma questa volta non è stato così fortunato. Il torneo ha visto iscriversi 6.737 entries che hanno creato il prize pool di 63.327.800$, premiando 1.010 giocatori – numeri superiori rispetto all’edizione precedente delle serie. Butteroni è entrato nella zona dei premi ed è arrivato 472° per 25.235$.

Successivamente, ha preso parte ad alcuni tornei nell’ambito del WSOP International Circuit – Sydney. Il più grande premio che è riuscito a staccare dal festival è stato pari a 11.993A$ per il 19esimo posto al A$5.000 No Limit Hold’em – High Roller.

Nel corso del 2017, Federico ha guadagnato 28.066$ in tornei dal vivo, la maggior parte dei quali alla 48esima edzione delle WSOP. Da segnare il suo 24° posto all’evento #29 $2.500 No Limit Hold’em per cui ha incassato 13.186$.

Nessuno dei giocatori italiani che hanno preso parte alle WSOP 2017 è riuscito a vincere un braccialetto d’oro, tuttavia Butteroni è senza dubbio uno dei players la cui apparizione ha fatto molti giocatori sognare di nuovo. Un totale di 96 piazzamenti ITM sono stati realizzati dagli azzurri, la maggior parte dei quali di Sammartino e Pescatori, seguiti da Butteroni, Treccarichi, Borsa e Castelluccio. Speriamo che la stella di Federico continuerà a brillare e che presto lo vedremo a un altro final table di un maggiore evento.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit