ARJEL pubblica le prime linee guida per gli operatori di poker online che desiderano partecipare alla liquidità condivisa

Il regolatore del gioco d’azzardo online francese, l’Autorité de régulation des jeux en ligne (ARJEL) a pubblicato venerdì le linee guida per gli operatori di poker online che desiderano fare una richiesta di licenza per il gioco con liquidità condivisa.

Il 6 luglio in una assemblea a Roma, i regolatori di Spagna, Italia, Portogallo e Francia hanno firmato il primo accordo a proposito della liquidità condivisa del poker online che ha stabilito un quadro per la loro ulteriore collaborazione. I dettagli relativi alle condizioni e le modalità di attuazione non sono ancora comunicati. Tuttavia, chiaramente, per poter partecipare alla rete che unisce i pool delle quattro giurisdizioni, gli operatori di gioco online dovrebbero presentare una richiesta di licenza.

A questo proposito, Autorité de régulation des jeux en ligne ha reso pubbliche le proprie decisioni adottate il 20 luglio, relativi ai termini e le condizioni di emissione di concessioni di poker in modalità condivisa. Secondo quanto si legge nel documento, contenente le istruzioni per gli operatori di poker online che voglio offrire i loro giochi nella rete condivisa, il rilascio delle licenze avverrà ai sensi dell’articolo 14 della legge n° 2010-476 del 12 maggio 2010, dopo la presentazione di una domanda di autorizzazione.

L’operatore dovrebbe compilare e firmare il modulo di richiesta elaborato dall’Autorità di regolamentazione dei giochi online e pubblicato sul suo sito web insieme ai documenti e le informazioni necessarie per il riesame della domanda. Il fascicolo di domanda può essere inviato via e-mail, posta ordinaria o potrebbe essere depositato direttamente alla sede del regolatore del gioco d’azzardo che ne rialscerà l’apposita ricevuta.

Al recepimento del fasciolo di domanda, l’Autorità di regolamentazione dovrebbe, a sua volta, effettuare la registrazione e assegnarne un numero. Al completamento della registrazione, il regolatore dovrebbe condurre la propria indagine, nel corso della quale l’operatore è tenuto a fornire tutte le informazioni, legalmente giustificati, richiesti dall’Autorità in merito alla sua domanda.

Gli operatori di poker online dovranno fornire garanzie di trasparenza e integrità, soprattutto in termini della prevenzione del gioco problematico così come del contrasto delle attività fraudolente. Nel corso dell’indagine saranno anche esaminate le misure addottate in materia di antiriciclaggio e quelle relativi alla tutela dei giocatori e dei loro dati.

L’Autorità di regolamentazione dovrebbe prendere una decisione entro due mesi dalla data di ricevimento del fascicolo di domanda. Qualsiasi modifica sostanziale nella domanda di licenza durante l’indagine, può comportare a un’ulteriore estensione del periodo di esame con due mesi. La decisione stessa sarà pubblicata sul sito web del regolatore.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit