Francia, Portogallo, Spagna e Italia firmano il primo accordo di liquidità condivisa del poker online

Sul sito della Direcciòon General de Ordenacion del Juego è stato appena annunciato che i regolatori del gioco d’azzardo di Francia, Portogallo, Spagna e Italia firmeranno l’accordo relativo alla liquidità condivisa del poker online a una riunione che si terrà il 6 luglio 2017 a Roma.

Lo storico accordo sarà siglato da ARJEL, Serviço de Regulação e Inspeção de Jogos do Instituto do Turismo, Direcciòon General de Ordenacion del Juego e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, rispettivamente, è costituirà la base per la cooperazione tra le Autorità. Ne seguiranno ulteriori passi necessari in ciascuna delle giurisdizioni coinvolte per consentire effettivamente la disponibilità di tavoli di poker di liquidità.

Secondo quanto si legge nella nota dell’autorità spagnola, un comunicato stampa comune con uletriori informazioni a questo proposito sarà pubblicato dopo la firma.

Alla fine dell’anno scorso i regolatori di Francia, Spagna, Portgollo, Italia e Regno Unito hanno discusso la creazione di una rete di poker che unisca i loro pool di giocatori per una migliore reddittività. Le trattative si sono intensificate negli ultimi mesi ed è stato recentemente annunciato che i primi accordi di liquidità condivisa del poker online sarebbero stati firmati entro la fine di giugno e che la prima rete di poker sarà probabilmente creata entro la fine dell’anno o all’inizio del 2018.

Secondo le ultime stime e come si sottintende dall’annuncio di oggi, per il momento il Regno Unito probabilmente non prenderà parte al progetto a causa dell’inizio dei negoziati del Brexit.

L’annuncio dell’imminente accordo tra le quattro autorità, arriva poco dopo che i rappresentati della Dirección General de Ordenación del Juego e la sua controparte danese Spillemyndigheden, hanno partecipato ad una riunione che si è tenuta il 19 e il 20 giugno a Madrid, in cui gli enti hanno discusso il futuro del crescente settore dei giochi d’azzardo online. I rappresentanti hanno parlato di argomenti diversi, sopratuttto sul modo in cui il mercato del gioco online dovrebbe essere progettato per poter ripondere alla domanda contemporanea.

La riunione tra i regolatori di gioco d’azzardo della Danimarca e della Spagna può essere vista come un segno che anche la Danimarca potrebbe esprimere interesse a partecipare all’impegno volto a migliorare lo stato del poker online europeo.

Va menzionato inoltre che a differenza delle altre giurisdizioni che prenderanno parte al progetto della liquidità condivisa, il mercato di poker online danese non è limitato. Ciò significa che i giocatori danesi possono giocare a siti di poker online che sono concessi in licenza da altre autorità di gioco d’azzardo dell’UE.

Inoltre, secondo alcune notizie, anche i regolatori dell’Austria e della Germania hanno aderito ai negoziati sulla liquidità condivisa in corso e ci si può aspettare che anche loro prenderanno parte all’impresa a un certo punto.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit