Lawrence Ho critica il marketing aggressivo dei casinò in Cina continentale

Il proprietario di casinò a Macao, Lawrence Ho, ha criticato Crown Resorts e altre società di gioco d’azzardo che targettano gli high roller cinesi, di aver adottato un approccio troppo aggressivo quando commercializzano i propri servizi in Cina continentale.

Signor Ho ha detto in un’intervista al Financial Times che era stata una pratica comune per i casinò ubicati in tutta la regione inviare i membri del personale addetto alle vendite che offrivano crediti ai potenziali clienti, così come altri premi al fine di attirare maggiore attenzione alle proprie case da gioco.

Giocare nei casinò è illegale in Cina, mentre Macao è l’unica eccezione alla regola Attualmente, la regione amministrativa speciale ha più di 35 complessi integrati e altre strutture da casinò sul suo territorio che sono gestite da alcuni dei più grandi gestori del mondo.

Anche la promozione dei servizi di casinò è considerata un’attività criminale ai sensi delle leggi esistenti in Cina. E il presidente Xi Jinping, il primo funzionario del paese, non è stato discreto sulla sua posizione estremamente negativa sul gioco d’azzardo e sul gioco nei casinò in particolare.

L’autunno scorso, ottocento membri del personale di Crown Resorts sono stati arrestati in Cina per aver presumibilmente promosso i propri servizi in diverse province cinesi. Il loro arresto ha avuto un effetto piuttosto negativo sulle attività VIP dell’operatore e ha colpito significativamente la sua redditività.

Gli high roller cinesi sono i clienti di casinò preferiti della regione Asia-Pacifico, a causa della loro proverbiale tendenza a spendere grande somme sui diversi giochi da tavolo offerti dalle case da gioco. Crown Resorts e i suoi casinò sono stati a lungo dipendenti da questo particolare gruppo di giocatori e quando sono stati annunciati gli arresti dei dipendenti, l’azienda si è resa conto della misura di questa dipendenza.

Mesi dopo la detenzione, l’operatore di gioco australiano ha annunciato che avrebbe ridotto il suo investimento internazionale e si sarebbe focalizzato sulle proprie attività domestiche. All’inizio di quest’anno, è stato reso noto che Crown Resorts stava uscendo dalla sua impresa comune a Macao con Melco International Development di signor Ho. Precedentemente noto come Melco Crown e ora nuovamente marchiato Melco Resorts & Entertainment, l’operatore sta gestendo complessi di casinò a Macao e nelle Filippine e punta all’espansione al mercato di casinò giapponese appena legalizzato.

Per quanto riguarda Crown Resorts, dopo aver venduto le sue attività internazionali, l’azienda gestisce attualmente i casinò a Melbourne e Perth e sta costruendo un resort integrato da 2 miliardi di dollari nel quartiere Barangaroo di Sydney.

Il signor Ho ha detto che nonostante l’uscita di Crown Resorts dalla loro joint venture, lui e l’imprenditore australiano James Packer sono ancora grandi amici. Signor Packer ha lasciato i suoi incarichi esecutivi all’operatore australiano nel 2015, ma ha annunciato all’inizio di quest’anno che sarebbe tornato al consiglio aziendale come direttore.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit