Betsson registra una crescita dei ricavi del 10% nel primo trimestre del 2017

Il principale operatore di gioco d’azzardo quotato a Stoccolma Betsson AB, proprietario del marchio StarCasinò, ha pubblicato questa mattina la sua relazione intermedia per il periodo compreso tra 1 gennaio e 31 marzo 2017. Dopo aver registrato una crescita delle entrate trimestrali e annuali per il periodo chiuso in data 31 dicembre 2016, all’inizio del 2017 continua la tendenza positiva per il Gruppo.

In effetti, i ricavi di Betsson per il primo trimestre dell’anno in corso hanno ammontato a 1,1 miliardi di corone svedesi, in aumento del 10% su base annua.

L’utile lordo della società è stato pari a 806,3 milioni di corone svedesi, in crescita dell’8% rispetto ai 745,8 milioni registrati nello stesso periodo del 2016. L’EBIT è stato pari a 240,9 milioni di corone svedesi, in calo del 4% su base annua. Il margine dell’EBIT si è attestato al 22% (-3%).

Un declino è stato osservato anche per quanto riguarda l’utile netto della società, che durante il periodo in esame è stato pari a 214,4 milioni di corone svedesi, in flessione dell’8% rispetto ai 234 milioni generati l’anno precedente. Il presidente e CEO di Betsson, Ulrik Bengtsson, ha detto inoltre che l’effetto combinato delle fluttuazioni valutarie ha avuto un impatto negativo sul reddito operativo di 19,1 milioni di corone svedesi.

Una forte crescita è stata registrata dal segmento del casinò che ha generato 822,9 milioni di corone svedesi, in aumento del 23% rispetto ai 669,1 milioni del 2016.

Per quanto riguarda le scommesse sportive, è stata registrata una raccolta di 6 miliardi di corone svedesi, in calo dell’11% su base annua. Rispettivamente, una flessione è stata osservata anche in materia di entrate da questo segmento.

I ricavi dalle scommesse sono stati pari a 250,3 milioni di corone svedesi, con 15% in meno rispetto ai 292,8 milioni generati nel primo trimestre del 2016. Il risultato è stato attribuito all’elevata percentuale di esiti favorevoli per gli scommettitori nei grandi campionati di calcio e ciò ha determinato un margine più basso e minori entrate.

Inoltre, è aumentato il numero dei giocatori attivi del 13% – è passato da 538.000 unità nel 1° trimestre del 2016 a 607.000 nei primi tre mesi del 2017.

Secondo quanto riferito da signor Bengtsson, le tassi di scommesse nei mercati regolamentati sono stati pari a 14,5 milioni di corone svedesi. Infatti durante il periodo in esame il 20,3% delle entrate sono state tassate. Questo dato è superiore rispetto allo stesso periodo del 2016, quando questo percentuale è stato pari al 13,3%.

Un altro fattore che ha influenzato negativamente i ricavi è stato il calo delle entrate dalle giurisdizioni con un margine elevato. Tuttavia, Betsson è in grado di affrontare i declini temporanei delle entrate e i costi aumentati.

Le entrate del Gruppo dall’Europa occidentale sono cresciute del 15,6%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre in Europa centrale e orientale, così come in Asia centrale (CEECA) ci sono ancora difiicoltà, soprattutto a causa del forte impatto valutario negativo sul reddito lordo dello sportsbook.

Nella relazione sono state messe in rilievo anche le acquisizioni di NetPlay TV nel Regno Unito e di Premier Casino in Spagna (che sarà operativo con il marchio StarCasinò), così come l’integrazione di Europe-Bet a Techsson effettuata nel mese di marzo.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit