Kindred Group considera l’acquisizione delle attività di gioco online di Danske Spil

La scorsa settimana è stata diffusa la notizia che Kindred Group stesse puntando ad un’ulteriore espansione delle sue attività attraverso l’acquisizione dell’operatore di gioco danese di proprietà statale Danske Spil per circa 4 miliardi di corone danesi (538 milioni di euro). All’inizio, la notizia è apparsa sul giornale economico Børsen ed è stata diffusa in lingua inglese da Calvin Ayre.

La settimana scorsa Kindred Group ha annunciato che avrebbe acquistato il più piccolo operatore di gioco 32Red per l’importo di 175,6 milioni di sterline. L’accordo di acquisizione dovrebbe consolidare ulteriormente la presenza di Kindred Group in uno dei suoi mercati chiave – il Regno Unito.

Per quanto riguarda l’offerta della società con sede a Malta di comprare Danske Spil, il suo interesse potrebbe essere spiegato con il fatto che la Danimarca è diventata una giurisdizione attraente per gli internazionali operatori di iGaming dopo che ha regolamentato il suo mercato nel 2012. Per di più, come Kim Olesen, General Manager per la Danimarca di Kindred Group, ha detto per Børsen, Danske Spil è rimasto una forza con cui fare i conti nel mercato locale, anche se un certo numero di grandi operatori internazionali sono entrati in Danimarca dal 2012.

Tuttavia, è piuttosto implorabile che alla fine ci sarà un accordo. Sembra che i principali funzionari danesi preferiscano che Danske Spil rimanga un’entità gestita dallo stato.

La notizia, che il paese stava contemplando la possibilità di vendere l’operatore di gioco d’azzardo, è stata diffusa la scorsa primavera. Allora è stato riferito che Danske Spil avrebbe diviso i propri attivi e avrebbe venduto le sue attività di gioco d’azzardo online ad operatori di gioco privati interessati. Per quanto riguarda le sue attività di lotterie altamente redditizie, le stesse dovevano rimanere sotto il controllo statale.

Sono emerse diverse opinioni sulla vendita della società statale e come menzionato sopra, i membri del parlamento non sembrano molto convinti che la mossa sia giusta.

Il regolatore del gioco d’azzardo danese ha riferito lunedì che 3,7 miliardi di corone danesi sono stati generati dalle attività di gioco online nel 2016, in crescita rispetto ai 3,4 miliardi di corone danesi nel 2015. Le scommesse sportive sono state il segmento più redditizio l’anno scorso con entrate lorde dal gioco di 2,2 miliardi di corone danesi. L’importo di 2 miliardi di corone danesi è stato registrato nel 2015. I giochi di casinò online, escluso il poker, hanno generato un totale di 1,4 miliardi di corone danesi, in crescita rispetto ai 1,3 miliardi dell’anno precedente. Le attività di poker online hanno contribuito 148 milioni di corone danesi lo scorso anno. I ricavi da quel particolare gioco sono leggermente diminuiti rispetto ai 165 milioni registrati nel 2015.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit