L’Executive Director di World Match parla delle sfide, dei prodotti e del contesto normativo in Italia

Andrea Boratto è Executive Director di World Match, una società pioniera dell’online gaming, che offre giochi allo stato dell’arte agli operatori di casinò online di maggior successo. Fin dalla sua fondazione nel 2003, World Match ha investito in innovazione, partendo dall’osservazione e dall’analisi puntuale delle richieste degli operatori e delle esigenze dei giocatori. L’offerta di gioco conta oltre 200 giochi: 160 Slot Machine, 30 Table e Card Game, 12 Video Poker per desktop e mobile, sviluppati in HTML5 e in tecnologie native iOS e Android.

Signor Boratto ha gentilmente risposto ad alcune domande per Casino News Daily e i suoi lettori. Quali sono le tappe più importanti per lo sviluppo società? Quali sono state le più grande sfide che Wolrd Match ha dovuto affrontare nel mercato regolamentato italiano? Qual è il suo prodotto più popolare in Italia? Su che cosa si focalizzerà la società nel 2017? Ci sono altri mercati in cui Wolrd Match intende entrare? Quale sarà l’impatto del mobile sul settore del gioco d’azzardo?

Data la vasta esperienza di World Match nel settore dell’iGaming, senza dubbio negli ultimi anni ci sono stati molti alti e bassi. Quali di questi avvenimenti clou vorrebbe mettere in rilievo?

Non parlerei di alti e bassi, ma di un percorso di crescita costante con alcune tappe impegnative imposte dai cambiamenti normativi e dalla normale evoluzione del mercato che ha portato WorldMatch a divenire un punto di riferimento per gli operatori di casinò online.

Essere dei precursori appartiene al nostro DNA: operiamo nell’ambito della progettazione e fornitura di giochi per il gaming on line dal 2003 e da sempre investiamo in innovazione, tanto che siamo stati spesso i primi ad applicare tecnologie all’avanguardia a questo settore.

Nel 2005 abbiamo ottenuto la prima licenza di Classe 4 per la distribuzione di giochi online in tecnologia Flash no-download da MGA (Malta Gaming Authority).

Sette anni dopo, a dicembre 2012, abbiamo rilasciato il primo bouquet di slot certificate per il mercato italiano, in concomitanza con l’entrata in vigore del decreto di ADM (Agenzia Dogane e Monopoli) che ne ha sancito la liberalizzazione.

Nel 2013 abbiamo centrato un altro primato: siamo stati il primo provider a distribuire in Italia un bouquet di giochi per il casinò sviluppati specificamente per i dispositivi mobili, in tecnologie native iOS e Android.

Da allora abbiamo rilasciato una media di due giochi al mese e oggi l’offerta di World Match include oltre 200 giochi: 160 slot machines, 30 giochi da tavolo, 12 Video Poker nelle versioni per desktop e per mobile.

Nel corso del 2016 abbiamo intrapreso la transizione all’HTML5, in modo da essere già pronti e operativi al 100% quando la tecnologia Flash, ritenuta oramai obsoleta, sarà accantonata per sempre.

World Match è entrata nel mercato del gioco italiano alla fine del 2012. Quali sono stati i principali ostacoli che il vostro team ha dovuto superare negli ultimi quattro anni?

Anche in questo caso, più che di ostacoli parlerei di sfide che abbiamo raccolto e superato con successo, tanto è vero che a oggi deteniamo una posizione molto solida nell’area del Mediterraneo e in particolare nel mercato italiano, dove annoveriamo accordi commerciali con tutti i principali operatori.

Da un punto di vista commerciale il nostro obiettivo è mettere ogni operatore nelle condizioni di fare la scelta migliore, in funzione del mercato in cui opera e del target al quale si rivolge.

Prendiamo ad esempio il mobile: oggi per connettersi al Web si usa sempre meno il computer e sempre più lo smartphone.

I dati confermano questa preferenza, soprattutto nel caso dei Millenials, ma è una tendenza diffusa in tutte le fasce di età. E dal momento che il mobile è essenziale anche per l’online gaming, abbiamo deciso di sviluppare i nostri giochi sia in tecnologia nativa, iOS e Android, che in HTML5.

Le nostre Slot in tecnologia nativa iOS sono dei prodotti top di gamma, che non possono mancare nell’offerta di un operatore regolamentato, ma che portano con sé anche un limite, poiché l’accesso all’Apple Store di ciascun paese è appunto riservato ai soli operatori che detengono la licenza del paese specifico.
L’HTML5, invece, consente agli operatori attivi trasversalmente su più mercati di far fronte a questa restrizione.

Ecco, questo è un esempio efficace di come è stato possibile per noi affrontare un ostacolo e trasformarlo in un’opportunità commerciale, che ci ha consentito di modulare la nostra offerta di prodotto nel modo migliore possibile.

Qual è il vostro prodotto più popolare in Italia e quali sono i fattori chiave del suo successo?

Siamo stati i primi a proporre in Italia le versioni web dei titoli che godono di grande popolarità nel mercato terrestre: parliamo di slot come Xcalibur HD di Magic Dreams e la Night Vampire HD di Baldazzi Styl Art e molte altre.

Quando abbiamo siglato gli accordi per il porting e la distribuzione di questi titoli eravamo sicuri che avrebbero riscosso successo anche online e difatti non ci sbagliavamo: sono state e continuano a essere tra i nostri prodotti più performanti.

Ma la nostra offerta di Slot è in realtà molto, molto ampia e racchiude titoli che quasi sempre sono nostre creazioni del tutto esclusive, sia in termini di grafica, che di suoni e motori di gioco.

Attualmente il nostro game portfolio conta oltre 160 slot machine, con un’ampia gamma di configurazioni disponibili, che si differenziano in termini di volatilità, feature speciali, frequenza di vincita, etc. e che ci consentono di offrire agli operatori una vasta scelta di prodotti di gioco, mirata a soddisfare le preferenze di tutte le tipologie di giocatori e le diverse esigenze degli stessi operatori, in funzione delle loro strategie commerciali e di marketing.

Citerei poi il fatto che i nostri prodotti di gioco sono già multicanale: una caratteristica fondamentale se si considera che oggigiorno il giocatore vuole iniziare la sessione di gioco sul suo desktop, passare poi al dispositivo mobile quando esce di casa e infine terminare la partita sul suo laptop seduto sul divano, una volta rientrato.

La multicanalità nelle previsioni degli analisti di settore nel prossimo futuro potrà incrementarne i ricavi almeno di un terzo (in termini di ARPU – Average revenue per user), a patto che l’esperienza di gioco offerta agli utenti sia realmente seamless.

Ed è per questo che abbiamo realizzato giochi in grado di offrire una game experience trasversale a tutti i device e che consentono di riprendere la partita esattamente dove il giocatore l’ha lasciata, ogniqualvolta cambi dispositivo, senza alcuna difficoltà.

Avete intenzione di sviluppare ulteriormente il prodotto e di lanciare nuovi prodotti sul mercato italiano?

Certamente: stiamo lavorando ai nuovi giochi che rilasceremo nei prossimi mesi e contemporaneamente stiamo procedendo al porting online di altre slot terrestri, come quelle di Nazionale Elettronica, con cui abbiamo recentemente stretto un accordo.

La flessibilità del nostro processo di sviluppo è uno dei principali punti di forza, assieme al continuo investimento nell’innovazione tecnologica.

Per fare un esempio, stiamo ultimando la transizione di tutti i giochi sviluppati dal 2012 a oggi da Flash (tecnologia oramai obsoleta e che i browser hanno già iniziato a eliminare) all’HTML5.

È un grosso investimento, ma mantenere il passo con le nuove tecnologie è un punto fondamentale della nostra strategia.

Quali sono i punti principali della strategia di crescita di World Match? Su che cosa si focalizzerà la società nel 2017 e oltre?

Dal punto di vista tecnologico le parole chiave sono: mobile e innovazione, soprattutto in termine di multicanalità e HTML5.

In termini di espansione commerciale, teniamo sempre gli occhi aperti e puntati verso i processi di regolamentazione in atto in nuovi mercati, che sono molti e offrono grandi opportunità.

Il Brasile, per fare un esempio, ha tutto il potenziale per diventare un mercato enorme per l’online gaming: con i suoi 192 milioni di abitanti è il paese più popolato del Sud America, l’uso di Internet è molto diffuso e la popolazione ha una radicata tradizione di gioco d’azzardo.

Citerei anche l’Asia dove l’enorme interesse della nuova generazione del ceto medio sia per i dispositivi mobili, che per il gambling attraversa oramai tutto il continente e costituisce un potenziale di mercato di tutto rispetto.

Come descriverebbe l’attuale contesto normativo in Italia? In che modo vi accertate che prodotti siano conformi alle regolamentazioni nelle diverse giurisdizioni in cui fornite i vostri prodotti?

Il contesto normativo italiano è in linea con quello delle normative più evolute degli altri paesi europei, sia in termini di correttezza e trasparenza nei confronti dei giocatori, che di tutela dei minori.

Ci sono dei margini di miglioramento, tipo il riconoscimento ufficiale del provider di giochi e la semplificazione del processo di certificazione dei prodotti, ma la normativa italiana è nel complesso abbastanza buona.

Per certi aspetti, inoltre, si può affermare che il modello di regolamentazione del gioco italiano è divenuto un punto di riferimento in Europa ed è stato preso come spunto da altri Stati, al fine di mettere un freno al gioco illecito.

Parlando in generale, World Match svolge sistematicamente uno studio preliminare sulla legislazione vigente in ciascun paese intenda operare e poi procede ad adeguare i giochi che vuole distribuire in quel mercato specifico.

Per quanto riguarda l’Italia, nel 2014 World Match collaborò con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli a un’azione mirata a stimolare gli operatori del gioco d’azzardo online ad adeguarsi ai requisiti richiesti dai Monopoli di Stato e i nostri giochi sono tutti certificati da enti di verifica autorizzati da ADM.

Ci sono altri mercati in cui World Match vorrebbe entrare?

Certamente: avendo una posizione già consolidate nei mercati dell’area del Mediterraneo, la nostra strategia commerciale punta ora verso i paesi dell’Europa settentrionale e orientale.

Inoltre, grazie all’accordo di partnership recentemente siglato con R. Franco Group, espanderemo la nostra influenza al mercato regolamentato spagnolo e, in prospettiva, anche a quelli dell’America latina.

World Match è stato il primo sviluppatore ad aver lanciato i giochi di casinò certificati disponibili su dispositivi portatili in Italia e il segmento mobile si afferma come uno dei principali fattori di crescita nel settore. Come rispondete a questa crescente tendenza e quale sarà l’impatto del mobile nel settore di gioco d’azzardo in futuro?

Il mobile è il presente, ma soprattutto è il futuro di molti settori dell’entertainment e, tra questi, anche dell’online gaming.

In quest’ottica abbiamo sviluppato interfacce di gioco diversificate: una per la versione desktop e una in versione touch, appositamente studiata per il mobile, al fine di ottimizzare l’usabilità e portare l’esperienza di gioco al massimo livelli di divertimento, su qualsiasi dispositivo.

Abbiamo inoltre investito molto nello sviluppo di giochi omnichannel, per garantire la possibilità di giocare ovunque e passando da un dispositivo all’altro, senza dover mai abbandonare la sessione in corso.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit