Andrea Benelli vince il primo National Heads-up

Dopo due lunghe giornate di gioco si è conclusa la prima edizione del National Heads-up che si è tenuta presso il Casinò Campione d’Italia. Al torneo hanno preso parte 64 giocatori, tra cui alcuni dei più grandi nomi della comunità italiana del poker. Andrea Benelli ha trionfato dopo la sua ultima sfida contro Roby Begni e ha portato a casa la prima moneta di 5.900€.

La prima edizione dell’evento ha destato molta interesse dopo il suo annuncio ed è diventata Sold Out in un paio d’ore. I player erano impazienti di prendere parte al nuovo torneo in formato, diverso dal solito multitavolo. Secondo il regolamento, i 64 partecipanti hanno dovuto scontrarsi in diverse sfide ed eliminare testa a testa i suoi avversari.

Andrea Benelli ha una vasta esprienza in tornei dal vivo e ha alle sue spalle numerosi piazzamenti in eventi nazionali ed internazionali in cui ha guadagnato più di 1,3 milioni di dollari.

Lui ha sconfitto il vincitore del €880 No Limit Hold’em WSOPC Main Event Event #5 del WSOP Circuit Italy 2015 Matteo Mutti, che Benelli ha definito “il più difficile da incontrare all’inizio del torneo”. Ai sedicesimi di finale il giocatore ha eliminato Benzi 2:0 e poi agli ottavi ha sconfitto 2:1 Samuele Mezzano, che è stato un avversario difficile. Il giorno dopo, ai quarti di finale il player ha colpito 2:0 Piero Monzio Compagnoni, membro del Team Pro Campione.

É arrivato così alla semifinale, in cui ha sfidato Federico Piroddi, noto come un grinder online con alias ‘IFOLDACES4U’, che ha accumulato un bankroll di 288.249$ in tornei dal vivo. Nei suoi heads-up precedenti, lui aveva sconfitto Florin Sirb, Ronny Bleron, Marco Regonaschi e Andrea Salamone.

Mentre i due player giocavano testa a testa, al tavolo non televisivo lottavano Roby Begni e Andrea Binda per determinare l’altro finalista del torneo. Dopo queste dure sfide, Binda e Piroddi sono entrambi usciti con un premio di 2.200€.

Così, nell’heads-up finale Benelli ha dovuto contendersi il titolo con un altro membro del Team Pro Campione – Roby Begni. Oltre a Binda, lui aveva precedentemente eliminato altri nomi noti, quale Alessandro Adinolfo, Matteo Sbrana. Vincenzo Scarpitti e Alessandro Manfredini. Quest’ultimo è stato un giocatore agressivo, però Roby lo ha aspettato e poi colpito. Voleva adottare la stessa strategia anche contro Andrea Benelli, però non ci è riuscito. Nonostante i suoi sforzi Benelli ha aggredito il 70-80% dei piatti.

Dopo circa 3 ore di gioco, nell’ultima mano del torneo Begni ha mostrato un tris di 8 contro il colore di quadri, che ha assicurato ad Andea il titolo e la prima moneta di 5.900€. Il membro del Team Pro Campione ha dovuto abbandonare il torneo con il premio di consolazione di 3.813€.

Gli altri giocatori che hanno trovato un posto tra i migliori otto – Piero Compagnoni, Alessandro Manfredini, Giorgio Leuchi e Andrea Salamone, hanno portato a casa 1.055€ per la loro performance.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit